La Virtus scivola a Fiorenzuola

Gara combattuta al PalaMagni per la Intech che resiste alla capolista fino a pochi minuti dalla fine. Begic segna ben 32 punti.
06.10.2019 21:28 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Fonte: Virtus Imola
Ivan Begiç, 32 punti
Ivan Begiç, 32 punti

Serie C Gold
2° giornata
FIORENZUOLA - INTECH VIRTUS IMOLA 99-81
(Parziali:  19-21 / 34-44 /  63-75)
Fiorenzuola: Galli 7, Sichel 9, Bracci 14, Marchetti 11, Dias 4, Livelli 6, Zucchi 6, Rigoni, Fowler 15, Fellegara, Ricci 7, Margiotto 20. All: Galetti
Intech: Dalpozzo 7, Marcone 10, Barattini 17, Orlando, Agatensi 6, Errera ne, Spampinato ne, Savino, Piani Gentile, Biandolino 9, Begiç 32. All: Regazzi
Arbitri: Riccardi e Moratti​​​​​​​

Seconda sconfitta su altrettante gare per la Virtus Imola che cede 81-99 a Fiorenzuola.Partita pimpante, con buoni spunti offensivi per una squadra che mantiene gli 80 punti di media a gara. I gialloneri restano in piena partita fino al termine del 3° quarto sul 63-75.
Negli ultimi dieci minuti esce il Fiorenzuola che continua il bombardamento da lontano dei suoi tiratori, mentre per gli ospiti segnano solo Begic, Barattini e Biandolino nel parziale.

L’Intech lotta senza poter disporre di Spampinato ed Errera, entrambi fermi per infortunio ed il loro peso specifico sotto le plance manca parecchio nell’economia del match, con Biandolino costretto a fare gli straordinari.

Domenica 13 ottobre, derby casalingo contro Guelfo Basket.

Quintetto iniziale composto da Barattini, Marcone, Agatensi, Begiç e Biandolino.

Partenza di gara a buoni ritmi con le triple di Agatensi da una parte e Maggiotto dall’altra. Intech avanti sul 10-7 con la palla recuperata da Barattini e il suo cesto in contropiede, al 4’. Subito dopo il secondo centro dalla distanza di Agatensi regala il 13-8 alla Virtus. Attorno al 7’ Andrea Maggiotto estrae dal cilindro una doppia magia dalla distanza per il 15-19 dei locali. Negli ultimi minuti Begiç infila 6 punti di fila per il 21-19 con cui ci si accomoda al primo intervallo breve.

Ad inizio secondo quarto Regazzi opta per il quintetto formato da Dalpozzo Orlando, Begiç, Piani Gentile e Savino. Inizia forte il Fiorenzuola che in 3’30” vola sul 25-30, con Imola che segna solo con il capitano. Il timeout ospite cerca di spezzare il ritmo dei locali e alla ripresa dei giochi Begiç segna il suo 15° punto personale (27-30). Dopo la tripla dei gialloblu arriva quella dell’ala croata che infila il 30-33 con il suo 18° personale. Per un paio di minuti nessuno segna, fino al 30-38 realizzato dalla distanza da Sichel all’8’. Il cesto da sotto di Marchetti regala il +10 a poco pià di 1 minuto dall’intervallo (30-40). Negli ultimi istanti del primo tempo, qualche libero per Imola e un paio di penetrazioni dei locali portano il tabellone sul 34-44.

Ad inizio ripresa la Virtus cerca di risalire la china e, con i liberi di Barattini (più una bella tripla dall’angolo), Begiç e Marcone ed al cesto da sotto di Biandolino, recupera un po’ di svantaggio prima di cedere in un minuto completamente a favore dei gialloblu, che volano al 4’ di gioco sul 46-60. Imola troppo imprecisa nel frangente e Fiorenzuola a segno a ripetizione. La tripla di Fowler sigla il 48-65 per i locali, ma Marcone infila 5 punti di fila, prendendo fiducia in attacco. Quando il tabellone indica che mancano 4’ all’ultima pausa breve, il vantaggio locale è +11 (54-65) con la precisa tripla di Barattini. A 3’ dalla sirena un fallo sullo stesso Barattini lo manda in lunetta per tre tiri, tutti realizzati (57-67). Biandolino lancia in contropiede Begiç che realizza il 59-69 a 2’. Ad un giro di orologio dalla sirena Imola si riporta sotto sul -10 (61-71). Un dubbio fallo antisportivo fischiato a 5” dalla sirena ad Agatensi e il consecutivo fallo tecnico fischiato a coach Regazzi (con la Virtus ancora sotto il bonus di falli) aiuta Fiorenzuola a chiudere il tempo sul 63-75.

L’ultimo parziale parte con la tripla immediata di Zucchi che lancia avanti Fiorenzuola. Sul 63-81 Imola sembra spegnersi, ma la tripla di Begiç riaccende i tifosi ospiti. Al 4’ il punteggio vede Fiorenzuola avanti 68-86. Begiç continua a lottare e dalla distanza e, insieme a Biandolino è l’unico a segnare nei primi 7’ imolesi. Fiorenzuola prende il largo e per l’Intech è una lenta agonia attorno al -20 di gap. In campo si lotta, ma la batteria di tiratori emiliani mette in ginocchio la difesa ospite (74-96). Negli ultimi 3’ i gara i locali cercano quota 100, mentre i gialloneri puntano a ridurre il margine. A 30” dalla sirena Fiorenzuola conduce 81-99 e l’errore di capitan Sichel dalla distanza spegne le velleità di tripla cifra dei locali.

Finisce, quindi, 81-99 per Fiorenzuola.

Da segnalare comunque i 32 pu ti di Ivan Begiç, in 35’ di gioco, i 17 di Barattini ed i 10 di Marcone.