Lupo perde il pelo, ma non il vizio

Auguri in anticipo a Francesco Lupo che festeggerà 40 anni il prossimo 5 aprile.
02.04.2019 16:49 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Fonte: ODC
Lupo perde il pelo, ma non il vizio

E’ scattata, Domenica 31 Marzo, la 6^ Rimini Marathon la ormai consueta manifestazione podistica primaverile, che come di consueto aiuta tutti i partecipanti a seguire i Pacer.
I Pacer sono atleti che si mettono a disposizione di tutti i podisti, correndo con dei palloncini neri attaccati alla canottiera con un numero scritto sopra. Il numero riportato sul palloncino sono le ore che gli atleti sono intenzionati, e si impegnano con tutte le loro forze, a coprire il percorso della maratona. I palloncini svolazzanti da seguire sono suddivisi in gruppi di 4/5 atleti e intervallati da tempi in ore da 3.00, 3.15, 3.30, 3.45,4.00, 4.15, 4.30, 4.45, 5.00, 6.00 e 7.00.
I Pacer così facendo sacrificano la loro performance personale per aiutare e far capire ai partecipanti le possibilità che hanno di coprire il percorso della maratona.
Anche quest’anno il nostro conterraneo Francesco Lupo, della Atletica Imola Sacmi Avis, ha partecipato con il palloncino delle 3.00 ore bissando il crono della passata edizione.
Insieme a Federico Borlenghi, Ivan Cudin e Giuseppe Minici, hanno coperto la distanza di 42 Km a soli 15” allo scadere delle 3 ore del loro palloncino nero, precedendo circa un centinaio di partecipanti prima dell’ arrivo dei Pacer con il palloncino delle 3 ore e 15 minuti.
La maratona è stata vinta dall’ italiano Mohamed Hajjy della Atl. Castenaso Celtic in 2:23:05, secondo il maroccchino Youness Zitouni della A.S.D. Pod. 'Il laghetto' in 2:28:03; completa il podio l’italiano Elia Generali della Atl. Castenaso Celtic in 2:31:58.
La classifica femminile ha visto vittoriosa la Maltese Jossann Attard della Pulis Starmax in 2:53:12, 32 ^ assoluta, seconda l’italiana Federica Moroni della Golden Club Rimini in 2:56:02, 44^ assoluta e terza l’Italiana Francesca Bravi del Grottini Team in ITA 2:59:34, 68^ assoluta.

Nei prossimi giorni Francesco Lupo taglierà il prestigioso traguardo delle 40 primavere, gli auguriamo altre fantastiche prestazioni che ha ottenuto nella categoria SM35 e continueremo a sostenerlo nella nuova categoria SM40 dove si confronterà con nuovi avversari.

 

ODC