Mov3 1 - I corpi chetonici

La Rubrica di MOVE

Nutrizione - Riabilitazione - Test atletici
16.10.2018 10:13 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 41 volte
Fonte: MOV3
I corpi chetonici
I corpi chetonici

INTEGRAZIONE CHETOGENICA NEGLI SPORT DI ENDURANCE:
EFFETTI SUL METABOLISMO E SULLA PRESTAZIONE ALTLETICA

[a cura di MOV3 IMOLA]

 

Un regime alimentare chetogenico ​​​​​​​evede un apporto estremamente ridotto di carboidrati, con un aumento della quota lipidica e proteica. In queste condizioni l’organismo utilizza acidi grassi come substrato d’elezione per i propri processi energetici, sia in maniera diretta sia convertendo, a livello del fegato, gli acidi grassi in corpi chetonici, riversati in circolo e utilizzati poi in altri tessuti, in particolar modo a livello del cervello.

In teoria questo stato metabolico non è particolarmente indicato per gli sport di endurance che prediligono l’uso dei carboidrati come fonte principale di energia.

Negli ultimi anni però sono stati studiati schemi dietetici chetogenici con l’obiettivo di migliorare la prestazione durante l’allenamento di lunga durata e media intensità. L’energia ricavata dall’ossidazione degli acidi grassi, presenti in quantità elevata nell’organismo, infatti produce più energia a parità di quantità di substrato rispetto ai carboidrati, le cui riserve sono limitate.

Seguire una dieta chetogenica per un periodo di allenamento di 4 settimane, potrebbe essere un’ottima strategia nutrizionale per migliorare la performance sportiva durante la stagione preparatoria, quando un intenso volume e una intensità bassa o moderata di allenamento predominano nel programma di allenamento. Una dieta chetogenica associata a levati volumi di esercizio aumenta il metabolismo del grasso durante l'esercizio fisico, riduce la massa corporea, il contenuto di grassi e diminuisce il danno muscolare dopo l'esercizio, contribuisce a migliorare la frequenza cardiaca a riposo, il quoziente respiratorio e la VO2.

 

MOV3 IMOLA - via Pacinotti, 12 Imola
mov3imola@gmail.com

Manuel Minardi, nutrizionista
Irene Alessandri, fisioterapista
Fabrizio Tassinari, preparatore atletico