Nel nome di Alex

Prestazione clamorosa di Percan, Nucci e Zhytariuk contro Bologna secondo in classifica
25.03.2019 01:35 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Fonte: Virtus Imola
Nel nome di Alex

Virtus Imola-Bologna Basket  91-82
(parziali: 25-24 / 47-49 / 67-68)
Imola: Dalpozzo ne, Dal Fiume ne, Turrini ne, Nucci 15, Percan 30, Murati ne, Casadei 2, Magagnoli 12, Giuliani 4, Aglio 4, Zani ne, Zhytariuk 24. All: Tassinari
Bologna: Legnani ne, Losi 6, Polverelli 14, Bartolini ne, Antola ne, Folli 26, Tugnoli 3, Mazzocchi ne, Poluzzi 4, Fontecchio 12, Cortesi 17, Guerri. All: Lolli
Arbitri: Saletti e Ferrara

 

Con una prestazione abnorme di Alex Percan che realizza 30 punti, la Virtus Imola supera in casa il Bologna Basket 91-82.

Ottimi bottini anche per Zhytariuk e Nucci, mentre per i felsinei, sopra le righe i numeri di Folli (26), mentre Polverelli e Cortesi lottano per tutta la gara contro una buona Virtus.

Molto spesso avanti nel punteggio, gli ospiti si fanno infilare dai gialloneri nell’ultimo quarto. Per la Virtus è il 4° successo consecutivo e, a tre giornate dalla fine della stagione regolare, la situazione appare quanto mai interessante, anche se contorta. Mentre a Bologna potrebbe bastare una vittoria per guadagnare ufficialmente il 2° posto in regular season, alle sue spalle LG Competition e Fiorenzuola inseguono a 4 punti, mentre la Virtus è a -6, al quinto posto.

Mancano 3 partite al gong finale e per i gialloneri mancano le trasferte di Ferrara e San Lazzaro e l’ultima casalinga contro Salus Bologna. La sostanza non cambia rispetto a qualche settimana fa: se la squadra di Tassinari vuole avere una possibilità di raggiungere il 3° posto, dovrà vincere sempre ed aspettare qualche risultato favorevole dagli altri campi.

Si comincia venerdì 29 marzo alle 21 a Ferrara, prima inseguitrice della Virtus.

 

La cronaca.
La partita inizia subito ad alto ritmo, con Zhytariuk subito protagonista dei primi 5 punti imolesi (5-4 al 2’). Quindi botta e risposta dalla distanza tra Cortesi (2), Magagnoli e Zhytariuk per l’11-11 dopo 3’30” di gioco. A metà frazione arriva il +7 (11-18) per gli ospiti grazie ai cesti di Cortesi, Folli e Polverelli (i protagonisti di Bologna in avvio). Il finale di quarto è tutto nelle mani di Percan (9 punti di fila) e di Nucci (5). Alla prima sirena l’equilibrio è totale sul 25-24, grazie alla tripla sulla sirena della guardia croata.

Nel secondo quarto, per i locali è sempre Percan a tenere alta la tensione, realizzando canestri decisivi, ben 12 punti in 7’, intervallati solo da un cesto di Magagnoli. La tripla iniziale allarga il divario (28-24), quindi 5 punti filati di Cortesi riportano avanti gli ospiti dopo 3’30” (30-36). E’ ancora una tripla dal sapore croato a riportare sotto Imola sul 34-36 a metà frazione. Tugnoli risponde dalla grande distanza e mantiene avanti i suoi 34-39. L’aggancio giallonero è opera di Percan al 7’, sempre da 3 punti. Folli si conferma in stato di grazia e segna il 39-44, subito replicato da Giuliani che sporca il suo tabellino in entrata. Magagnoli risponde a Losi (il nuovo acquisto felsineo) e Casadei marca il cartellino dalla linea della carità per il 47-47 a 32” dall’intervallo lungo. Poluzzi mette in ghiaccio il 47-49 con cui ci si ferma negli spogliatoi.

Nei primi 3’30” della ripresa, Lorenzo Folli si scatena con un break solitario 4-9, frenato solo dal canestro di Giuliani e dai liberi di Zhytariuk (51-58). Nucci (da tre punti) e Magagnoli accorciano, Polverelli realizza 4 punti che firmano il 56-62 al 5’. Al 7’ di gioco ancora Nucci e Magagnoli stracciano la retina dalla distanza, mentre nell’altra metà campo Folli e Polverelli cercano di mantenere il vantaggio esterno (62-66). Ma la mano caldissima dalla distanza di Alessandro Nucci prima e il cesto di Zhytariuk poi, offrono il meritato vantaggio ai compagni (67-66 a 36” dalla sirena). Nell’ultima azione del quarto, Polverelli riporta avanti il Bologna Basket che va all’ultimo intervallo breve sul 67-68.

La tensione in campo sale negli ultimi 10’ che iniziano con i cesti di Polverelli, Zhytariuk e Percan. Fontecchio fa 1 su 2 ai liberi e realizza il 71-71 dopo 2’. Il primo allungo importante dei gialloneri porta la firma del pivottone ucraino che realizza da sotto le plance subendo fallo e realizzando il libero aggiuntivo, oltre ad successivo centro dalla sua mattonella (78-71 dopo 4’). Cortesi e Folli accorciano (80-77 a 3’ dalla sirena), facendo soffrire non poco i tifosi locali. Nucci realizza 1 su 2 ai liberi e Zhytariuk infligge il canestro peggiore ai bolognesi a 2’10” dalla sirena, ovvero mettendo due possessi tra le due squadre (83-77). Percan tiene a distanza i felsinei (85-78 a 1’20” dalla fine). Aglio diventa determinante nell’ultimo minuto di gioco quando prima realizza i due liberi a disposizione, quindi inchioda la schiacciata che vale la vittoria sull’89-80 a 45” dalla sirena. Finisce sul 91-82 per il trionfo della Virtus Imola che trova un successo molto importante in chiave playoff, nonché a livello morale.

Sarà decisiva la trasferta di Ferrara, venerdì 29 marzo.

 

23° giornata

Virtus Imola-Bologna Basket 91-82

Anzola-S.Lazzaro 91-66

Pol.Arena-Fiorenzuola 76-90

Salus Bologna-LG Competition 78-75

Rinascita Basket Rimini-Ferrara 104-70

Classifica:

Rimini 38, Bologna Basket 28, LG Competition e Fiorenzuola 24, Virtus Imola 22, Ferrara, Anzola e Salus 18, Gaetano Scirea e Guelfo 14, S.Lazzaro 8, Pol.Arena 6.