Nucci resta, Boero se ne va

Scelte personali alla base della decisione della guardia. Entusiasta per il rinnovo l’ala bolognese

06.07.2018 00:05 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 217 volte
Fonte: Virtus Imola
Nucci e Boero
Nucci e Boero

Momento agrodolce in casa Virtus Imola. Se da una parte arriva la gradita conferma di Alessandro Nucci, dall’altra si registra il passo indietro di Luigi Boero che decide di non far più parte della squadra imolese.

Scelte famigliari e lavorative alla base di tutto per il forte faentino che ha saputo infiammare il pubblico giallonero con fiammate clamorose durante la scorsa stagione: Boero se ne va da miglior realizzatore nel tiro da 3 punti di tutto il campionato.

Importante il rinnovo di Alessandro Nucci che permette alla Virtus di mantenere in roster un ottimo realizzatore (ben 6 volte in stagione oltre i 20 punti segnati) che potrà alzare il proprio rendimento in un ambiente ormai ben conosciuto. Qualche pecca difensiva non oscura una buona vena realizzativa, con buoni spunti dall’arco ed in penetrazione.

La Virtus saluta, dunque, Boero ed abbraccia Nucci che firma il rinnovo come Dalpozzo e Dal Fiume, andando ad aggiungersi ai “biennali” Zytharyuk e Casadei.

Queste le parole di Boero e Nucci:

 

Allora, Luigi, è tutto vero?

“Sì, è tutto vero. Decisione difficile e sofferta, ma è tutto vero”.

Una decisione, credo, parecchio sofferta:

“La scelta è dovuta ai miei impegni lavorativi e ai miei impegni famigliari, entrambe le cose sono fondamentali per la mia vita e ho dovuto prendere insieme alla società questa decisione”.

Cosa ti resterà di questa avventura in riva al Santerno?

“Mi resterà impresso la passione che c’è a imola, il tifo e l’amore per questa fede (che è molto più di una semplice maglia giallo nera)”.

Una stagione stellare per la Virtus, con 25 vittorie e 5 sconfitte complessive. Si poteva fare di più, ma Ozzano ha mostrato nella seconda parte di stagione di meritare la promozione:

“Quando abbiamo perso contro Ozzano ero amareggiato e deluso perché volevo la vittoria, ma dopo pochi minuti ho capito che loro sono stati più bravi e basta. Hanno meritato quella vittoria e hanno meritato di andare in B. Noi abbiamo fatto tutto quello che potevamo in quel momento”.

I tifosi riceveranno questa notizia e ne saranno parecchio dispiaciuti, avendoti coccolato per tutta la stagione. Vuoi salutarli?

“Ai tifosi posso solo dire un immenso grazie perché mi hanno coccolato, caricato, tifato, incitato, supportato. Sono stati sempre con me e con la Squadra. Li saluto dicendo: IMOLA VERA E’ SOLO GIALLONERA!!!”

 

 

Alessandro Nucci, una firma sul rinnovo di contratto che rende felici tutti, società, tifosi e tu?

“Sì, una firma che non ho avuto un attimo di esitazione a fare, dato che non c’è alcun motivo che mi abbia fatto pensare di andarmene; io son felice e spero che i tifosi e la società siano dello stesso avviso!”

La tua stagione 2017/2018 va ricordata per alcuni exploit decisivi. Poi una leggera flessione ed un finale importante. Cosa ti tieni stretto?

“Penso che la mia stagione sia stata abbastanza continua dal punto di vista personale. Ho avuto una flessione dovuta ad un paio di mesi complicati per situazioni “homemade”. Quest’anno farò in modo di non avere nemmeno quella leggera flessione per dare il 100% a compagni e società”

Con la coppia di playmaker e la coppia di lunghi vai ad allargare il gruppo dei confermati:

“Sì, son contentissimo che gran parte del nucleo sia stata già riconfermata dato che son tutti ragazzi super e con cui ho condiviso sorrisi e buon umore per tutto l’anno”.

Quali obiettivi personali e collettivi puoi fissare per la stagione 2017/2018?

“Per la stagione che arriva dobbiamo pensare a lavorare e cercare di migliorare il risultato dell’anno scorso. Trovando ancora più amalgama e con un paio d’innesti far crescere ancora il livello di squadra e dare ancora più filo da torcere alle nostre avversarie”

I tifosi non ti hanno mai abbandonato durante il campionato facendoti sempre sentire importante:

“Imola vera è solo giallonera! È un ambiente che puoi comprendere solo vivendolo da dentro! I tifosi sono stati super, non ci hanno mai abbandonato e ci hanno sempre sostenuto con la loro voce e la loro fede per la Virtus. Spero che anche l’anno prossimo si presentino numerosi a palazzo perché noi li aspettiamo e dato che non bisogna mai accontentarsi spero che aumenti ancora il livello dei decibel al PalaRuggi”.