Obiettivi ed emozioni dell'Imola Roller

Il responsabile tecnico Jessica Cremonini racconta la splendida realtà imolese di pattinaggio artistico
08.02.2019 22:01 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Imola Roller 2019
Imola Roller 2019

Continua, incessante, l’attività dell’Imola Roller, una realtà che si sta ritagliando grandi soddisfazioni sia a livello societario che a livello di risultati sportivi. La stagione 2018 ha regalato premi, medaglie e convocazioni in Nazionale per tanti pattinatori dell’Imola Roller. Il responsabile tecnico Jessica Cremonini analizza il momento attuale della società, delineandone gli obiettivi e la mission.

 

 

 

Jessica, l’Imola Roller è una splendida realtà del panorama sportivo imolese. Passione, capacità tecniche e divertimento pare siano alla base della vostra attività? 
“La prima cosa che cerchiamo di trasmettere è la passione per questo sport, insieme alla voglia di stare insieme, divertirsi e fare squadra, puntando poi sempre ai massimi risultati raggiungibili da ciascuno in base alle proprie capacità”.

La scorsa stagione grandi risultati per l’Imola Roller. E questa, ancora agli albori, pare promettere bene: 
“Sì, l’anno scorso abbiamo avuto un anno decisamente soddisfacente, nonostante importanti cambiamenti all’interno della società. Speriamo di replicare anche quest’anno”.

Una panoramica sulla società: quanti sono gli atleti tesserati Imola Roller e quali le categorie in cui sono impegnati? 
“Gli atleti tesserati sono più di un centinaio, di cui circa 40 agonisti che fanno gare di singolo, coppia e/o gruppo spettacolo, a livello nazionale ed internazionale e numerosi “giovani” pre-agonisti che nonostante la tenera età iniziano già ad approcciarsi alle prime gare a livello provinciale, in categorie minori, in maniera molto giocosa ma non poco competitiva”.

Lo staff tecnico è qualificato e sempre molto motivato: 
“Siamo tutti allenatori con il massimo livello della qualifica, 3º livello e tutti ex atleti dell’Imola Roller che da poco hanno lasciato la carriera di atleti per dedicarsi all’insegnamento. Ci piace trasmettere tutto ciò che ci è stato insegnato e sperimentare anche qualche nuova tecnica”.

I progetti e gli obiettivi più immediati per l’Imola Roller?
“Al di là dei risultati vorremmo che ciascuno trovasse la propria dimensione all’interno della società e che tutti si sentissero “campioni” nel loro piccolo, attraverso le quotidiane soddisfazioni che vivono in allenamento. Poi sicuramente puntiamo ad affrontare al meglio tutte le gare che ci aspettano, cercando di qualificare ai nazionali più atleti possibili. Abbiamo alcuni atleti abbastanza competitivi ma le gare sono sempre diverse e i fattori in gioco sono veramente tanti, l’emozione prima di tutto. È sempre tutto imprevedibile. Poi chissà, qualche convocazione in Nazionale come l’anno scorso fa sempre piacere, staremo a vedere”.