Ora inizia il bello

Con il 3° posto conquistato definitivamente sul campo di San Lazzaro, la Virtus si ritrova sul podio del girone e si appresta ai playoff tra le favorite
14.04.2019 23:12 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Ora inizia il bello

BSL San Lazzaro - Virtus Imola 79-83
(parziali: 17-23 / 40-42 / 65-69)
San Lazzaro: De Pascale, Tedeschini 15, Perini ne, Rosa 2, Naldi, Pederzini ne, Cempini 23, Governatori 13, Fabbri 14, Degli Esposti 7, Riguzzi, Lolli 5. All: Bettazzi
Imola: Dalpozzo 1, Dal Fiume, Turrini ne, Nucci 10, Percan 11, Murati ne, Casadei 17, Magagnoli 16, Giuliani, Aglio 6, Zani ne, Zhytariuk 23. All: Tassinari
Arbitri: Ferrari e Bersani

E' finita la stagione regolare della C Gold e la Virtus termina al 3° posto. Obiettivo raggiunto, dunque, per i gialloneri di coach Davide Tassinari che per il secondo anno consecutivo agguantano il terzo gradino del podio. 
Ma le 8 vittorie consecutive pongono la Virtus su un canale privilegiato in questi playoff.
Non la gara più spettacolare della Virtus, ma servivano come il pane i 2 punti in classifica, anche perché, sempre a pochi istanti dalla fine Mazic realizza il cesto della vittoria della LG Competition contro Anzola (68-66). Dunque, in caso di sconfitta Imola sarebbe scivolata al 5° posto per via dello scontro diretto sfavorevole contro Fiorenzuola (caduto malamente in casa contro Rimini 69-93). Quindi, a 1’23” dalla sirena, con il 2/2 di Cempini ed il vantaggio locale 78-79, la Virtus si ritrova al 5° posto virtuale. Ci vuole la freddezza glaciale di Zhytariuk dalla lunetta per riaprire la via maestra e per conquistare un 3° posto ottimo, viste tutte le difficoltà riscontrate nella prima parte di stagione.

 

La cronaca.

Zhytariuk e Casadei sono padroni dell’area locale nei primi 4’ (9-4), tanto che coach Bettazzi è costretto a chiedere subito il timeout. Al 5’ esatto il pivot ucraino si esalta dalla sua mattonella due volte consecutive per il 15-8. In un minuto si passa dal 17-11 al 17-15 quando mancano due giri di lancette al primo intervallo breve. Ancora Zhytariuk realizza e chiude il primo quarto sul 23-17.

Al rientro in campo, sempre il pivot ospite apre le danze con un canestro + libero aggiuntivo (26-19 dopo un minuto). Nucci si scalda con un tiro ad effetto da sotto dopo 2’30” per il +7 Imola (28-21). Dal 30-24 si passa al 32-31 in pochi secondi di gioco effettivo, quindi entra in scena Casadei per il 38-33 a 2’ dall’intervallo lungo. San Lazzaro riesce a pescare qualche buona iniziativa ed accorcia sul 42-40 per i gialloneri.

Cambio campo che registra subito la tripla di Casadei che si prende la rivincita dopo un paio di errori al tiro, quindi Aglio al 3’ firma il 50-46. Fabbri pesca il jolly da lontano al 6’ con una tripla pazzesca che lancia i locali verso la rimonta: 55-55 a 3’30” dalla fine. Lolli e Rosa confezionano il primo vantaggio biancoverde della serata sul 57-60 quando mancano 2’13” all’ultimo intervallo breve. E’ la tripla pesante di Percan a rimettere a posto la situazione per gli ospiti a poco più di 1’ da giocare (64-60). Magagnoli, in stepback segna allo scadere il 68-65 con cui si arriva agli ultimi 10’ della regular season.

Percan apre il turbo (72-65) e la Virtus pare in condizione di poter amministrare il vantaggio, ma, nonostante il contropiede della guardia croata, il tabellone vede il vantaggio di San Lazzaro sul 73-74 sulla tripla da stropicciarsi gli occhi di Tedeschini a 6’ dalla fine. Per un paio di minuti si registrano solo errori al tiro da ambo i lati del campo e diversi palloni persi. Il rush finale vede i biancoverdi tentare il colpaccio con il 2/2 di Cempini a 1’23” dalla sirena per il 78-79. Nel momento più delicato, Zhytariuk lotta come al solito sotto le plance e riceve diversi falli che lo mandano dalla linea della carità: il pivot ucraino è letteralmente glaciale e realizza i cesti decisivi. Allo scadere Magagnoli segna dalla lunetta il 83-79 finale.

I risultati che arrivano dagli altri campi sorridono ai gialloneri e per la Virtus Imola arriva, per il secondo anno consecutivo, il 3° posto al termine della regular season.

Gli abbinamenti (*manca l’ufficialità della Federazione) dei playoff:

Rinascita Basket Rimini – Salus Bologna

Bologna Basket – Anzola Basket

Virtus Imola – Ferrara

LG Competition - Fiorenzuola

26° giornata

San Lazzaro-Virtus Imola 79-83

LG Competition-Anzola 68-66

Ferrara-Gaetano Scirea 63-52

Bologna-Guelfo 95-77

Fiorenzuola-Rinascita Rimini 69-93

 

Classifica:
​​​​​​​Rimini 42, Bologna 34, Virtus Imola e LG Competition 28, Fiorenzuola 26, Ferrara 22, Anzola e Salus 20, Guelfo e Gaetano Scirea 14, S.Lazzaro 10, Pol.Arena 6.