Piacenza superiore

L’Andrea Costa perde male contro l’Assigeco (-21), non riuscendo ad impensierire la squadra di coach Ceccarelli.

22.10.2018 01:36 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 23 volte
Fonte: Andrea Costa
Piacenza superiore

ASSIGECO PIACENZA-LE NATURELLE IMOLA 101-80

(28-16, 21-20, 25-24, 27-20)

Piacenza: Diouf, Montanari, Ogide 13, Formenti 3, Antelli 7, Graziani, Piccoli 8, Ihedioha 11, Turini, Murry 34, Sabatini 17, Vangelov 8. All. Ceccarelli

Imola: Ndaw ne, Montanari 6, Crow 7, Wiltshire ne, Fultz 14, Calabrese, Bowers 10, Rossi 6, Simioni 17, Raymond 15, Magrini 5. All. Di Paolantonio

 

Troppi infortuni e troppo pesanti le assenze per l’Andrea Costa in terra piacentina: la pesante sconfitta è la naturale conseguenza di tutto questo. Di Paolantonio è già in emergenza e deve sopperire alle defezioni, ma la situazione non è certamente agevole, soprattutto quando dall’altra parte scende in campo un extraterrestre come Murry, autore di 34 punti e tanta sostanza.

 

La cronaca.

Piacenza avanti 9-0 poi 14-4 e dopo 6’ la gara è già in salita per i biancorossi che stentano contro l’ex Sabatini (17 alla fine per lui). Le Naturelle tentano la rimonta con Fultz e Bowers (19-12 all’8’). 
Murry continua a macinare punti, ma Crow con una bomba più tiro libero 
accorcia nuovamente le distanze 20-16 al 9’, prima del 28-16 sulla prima sirena.

Piacenza è Murry dipendente e l’americano prova a mettere in 
difficoltà Imola che però non vuole lasciar andare l’avversario: 31-21 
al 15’, ma gli avversari approfittano di un calo biancorosso: 43-25 al 17’.

Simioni prova a ricucire il distacco, miglior realizzatore per Le Naturelle al momento con 9 punti, costringendo così Coach Ceccarelli al timeout: 47-32 al 19’.

Piacenza prende il largo definitivamente ad inizio ripresa, sul 58-46 al 26’, anche se l’asse Simioni-Fultz a suon di bombe tiene viva l’Andrea Costa. Sabatini smorza l’inerzia positiva e mantiene 
ancora quei 10 punti di distacco: 70-60 al 29’. Bomba di Murry, fallo di 
sfondamento fischiato a Bowers e fallo di Rossi su Sabatini tutto negli 
ultimi 40’’ di gioco: si chiude così sul punteggio di 74-60 la terza 
frazione di gioco.

L’ultimo quarto inizia con Coach Di Paolantonio costretto a chiamare timeout: 80-63 già al 31’. Ancora disattenzioni per la “Le Naturelle” e per Piacenza la vittoria è servita su un piatto d’argento: 90-72 al 35’. Rimonta impossibile per i biancorossi che tornano negli spogliatoi sul 101-80.