Romagna da esportazione

Fuori casa la squadra di Domenico Tassinari ottiene sempre punti. Ultima vittima il Carpi, ancora fermo al palo in classifica.
18.11.2018 05:13 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 24 volte
Fonte: Romagna Handball
Enrico Luppi
Enrico Luppi

Carpi-Romagna Handball 20-28 (pt 11-14)

Carpi: De Giovanni, Quattromini, Sorrentino 5, Solieri 1, A.Santilli, S.Santilli, Pivetti, Pieracci, Piccolo, Lerario, Fontanesi 3, Delizia, Beltrami 7, Baraldi 4. All: Nezirevic

Romagna: Martelli, Sami, Andalò 2, O.Boukhris 2, Folli 7, Gollini 4, La Posta, Panetti 3, F.Tassinari, A.Boukhris 1, Chiarini, Amaroli, Rotaru 2, Bosi, Luppi 6, D’Agostino 1. All: D.Tassinari

Arbitri: Paone e Ricciardi

 

Torna subito in carreggiata il Romagna Handball, superando a domicilio il Carpi, ormai orfano di ogni arpello di nobiltà passata. I biancorossi cadono sotto la determinazione dei romagnoli che non lasciano mai spazio ai locali.

Dopo il sostanziale equilibrio ad inizio derby (5-5 all’11’), gli ospiti fanno le prove di fuga al 19’ sul 6-8, quindi sul 11-14 di Folli a pochi secondi dall’intervallo. Al cambio campo il Romagna insiste, ma il Carpi non molla la presa fino al 14-16 segnato da Baraldi dopo 5’: da quel momento gli ospiti allungano progressivamente il vantaggio con un break di 1-5 che fissa il tabellone sul 15-21 al 14’. Qui la partita resta viva solo per l’agonismo gettato in campo dalle due formazioni e dalle loro panchine, ma il punteggio ormai è già in cassaforte per i ragazzi di Tassinari. Che infatti vincono trasformando in oro il vantaggio 18-23 del 18’. Gli ultimi 10’ sono utili ai bianconeri per siglare un break di 5-2 che spezza le velleità dei carpigiani che, infatti, si arrendono 20-28.

Tornano i 2 punti in classifica per il Romagna che rientra da Carpi con nuove certezze e la consapevolezza di poter scalare ulteriormente la classifica. Emiliani ancora ultimi a 0 punti.