Romagna, peccato

I bianconeri cedono in casa contro Tavarnelle
 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 242 volte
Fonte: Romagna Handball
Romagna in difesa
Romagna in difesa

7° giornata di ritorno

Romagna-Tavarnelle 32-34 (pt: 15-14)

Romagna: Martelli, Sami, Folli 3, F.Tassinari 3, La Posta, Minoccheri, Dal Fiume, Andalò 3, Golini 1, Chika 1, Chiarini 8, Panetti 2, A.Boukhris 1, Rotaru 10. All: D.Tassinari

Tavarnelle: Ciani, Vanni, Pierattoni, Petrangeli 3, Vucci, Provvedi 7, Talluri, Pesci 9, Borgianni 4, Lastrucci 4, Vermigli 7, Singh, Varvarito, Pelacchi. All. Lalic

Arbitri: Lorusso e Strippoli

 

 

Il Romagna scivola in casa contro un Tavarnelle nel suo momento migliore del campionato, condito da una doppia vittoria consecutiva. Il 32-34 finale è, per i bianconeri, l’ennesima dimostrazione di crescita e di avvicinamento al gruppo delle avversarie.

Non arrivano punti, ma la sensazione al termine dei 60’ di gioco è quella di aver lasciato sul campo una vittoria alla portata di mano. Dunque, accantonata l’amarezza per la sconfitta, i ragazzi di Tassinari dovranno trarre carica da questa situazione per affrontare con ulteriori motivazioni il finale di stagione, playout compresi.

Gara equilibrata dall’inizio alla fine.

In avvio, l’ottimo spunto dall’ala di Ernesto Andalò firma il 3-2 dopo 5’, mentre la potente doppietta di Fabrizio Tassinari impatta 8-8 al 16’. Il primo break giunge attorno al 22’ quando Vermigli firma il 10-13.

Nel momento migliore di Giacomo Sami tra i pali, la progressione di Carlo Golini e la conclusione di Dario Chiarini rimettono la gara in equilibrio al 25’ sul 13-13, prima del nuovo vantaggio firmato Simone Panetti (14-13) a 3’ dall’intervallo.

La ripresa vede gli attacchi prevalere assolutamente sulle difese.

Il Romagna tenta anche l’allungo con il solito Chiarini che spedisce i locali sul 17-15 al 3’, ma Vermigli e Pesci la rimboccano immediatamente (18-19 al 6’). In questa fase Rotaru e Chiarini infilano con regolarità la difesa guidata da Ciani tra i pali (20-20 all’8’), prima che Provvedi con una ripartenza magistrale infili il 20-22 che incanala l’inerzia del match verso la Toscana.

Da applausi la rete su millimetrico pallonetto in penetrazione da destra di Vermigli sull’incolpevole Martelli (22-24 all’11’). A metà frazione Tavarnelle comanda 24-26.

Dopo la rete di Amir Boukhris, la doppietta dell’incontenibile Pesci lancia verso la vittoria gli ospiti sul 25-28 a 10’ esatti alla fine del confronto. Mentre il Romagna annaspa in qualche errore di troppo in fase offensiva, Provvedi infila il massimo vantaggio dei suoi con il +4 (25-29 al 21’).

Rotaru sfrutta al massimo una manciata di rigori a disposizione, ma spara su Ciani un veloce contropiede, quindi il Romagna sferra l’assalto finale: a 4’ il tabellone dice 28-31 ed in campo i locali hanno la superiorità numerica. Vanno a segno Andalò e Folli per il 30-32 quando manca 1’45” alla sirena, ma gli ospiti sono molto attenti e compatti e riescono a mantenere il vantaggio negli ultimi istanti di gara, prima di festeggiare giustamente in mezzo al campo.

Ora il Romagna avrà modo di preparare l’ardua trasferta di Cologne, prima dell’ultima fatica casalinga di regular season contro l’Arcobaleno Oriago Padova. Poi sarà poule playout.

 

7° giornata di ritorno

Romagna-Tavarnelle 32-34

Cingoli-Cologne 27-20

Teramo-Arcobaleno 26-20

Bologna-Carpi 28-24

 

Classifica

Bologna 24, Cologne e Cingoli 18, Teramo 17, Arcobaleno 15, Tavarnelle 12, Modena e Carpi 9, Romagna 6.