Scontro diretto per l'IC Futsal

L’IC Futsal ospita la Lazio tra tanta sfortuna ed infortuni

 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 16 volte
Fonte: IC Futsal
Liberti
Liberti

Sabato 18 novembre si giocherà il secondo scontro diretto casalingo (dopo la vittoria su Milano) per gli uomini di mister Vanni Pedrini contro una Lazio caduta, da qualche tempo, in disgrazia a fondo classifica.

E’ il momento di dimostrare che l’IC Futsal merita la Serie A, è il momento di unire gli intenti, non di dividerli. La società nelle ultime settimane ha subìto diversi “scossoni” derivanti dal divorzio del vicepresidente Roberto Broccoli, ad esempio. D’ora in poi non si dovrà indietreggiare nemmeno un centimetro in campo, se si vorrà raggiungere una salvezza che varrebbe oro.

Non sarà una partita come le altre per i bianconeroverdi che avranno davanti agli occhi la vittoria come unico risultato utile per continuare a credere nella salvezza in una stagione completamente diversa rispetto alla precedente. I laziali hanno incamerato finora 7 punti, ma arrivano al PalaCavina da da 3 sconfitte consecutive e sono in piena competizione con Milano, Eboli e IC Futsal.

I romagnoli arrivano a questo importante crocevia malridotti per via di diversi infortuni che potrebbero incidere sull’esito del match: capitan Marcio Borges, Mauro Castagna e Pablo Salado potrebbero non scendere in campo per via di fastidi muscolari.

Piuttosto determinato mister Vanni Pedrini che non vuole alibi per la sua squadra: “Dobbiamo pensare solo e soltanto al nostro obiettivo, non interessandoci di quello che viene detto fuori. Dobbiamo soltanto pensare a noi stessi e dimostrare il nostro valore sabato pomeriggio Si tratta di un’altra partita che non possiamo sbagliare. Dobbiamo scendere in campo per fare la prestazione migliore in assoluto. Commettiamo ancora troppi errori che permettono agli avversari di sbloccare il risultato e di costringerci a compiere degli sforzi extra per rientrare nella contesa. Tante volte siamo stati bravi a riuscire a recuperare, mi viene da pensare ad esempio a Pescara, e questo fatto mi infastidisce perché con più attenzione e cura dei dettagli avremmo potuto portare a casa qualche punto in più. Contro la Lazio dovremmo essere in grado di giocare al massimo delle nostre capacità”.