Sharks resi inoffensivi

L'Andrea Costa batte Roseto, grazie ad un'ottima difesa che chiude i rubinetti offensivi degli avversari nel finale
25.11.2018 22:58 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 30 volte
Sharks resi inoffensivi

Andrea Costa Imola – Roseto Sharks 76-68 

(19-15, 19-21, 16-21, 22-11)

Imola: Ndaw ne, Montanari , Crow 10 , Wiltshire ne, Fultz 6, Calabrese ne, Bowers 16, Rossi 3, Simioni 5, Raymond 25, Magrini 11.. All. Di Paolantonio

Roseto: Person 21, Rodriguez 7, Ianelli, Penè, Nikolic 6, Eboua 4, Bayehe 2, Sherrod 13, Akele 9, Panopio ne, Pierich, Bushati 6. All. D’Arcangeli

L’Andrea Costa aveva praticamente l’obbligo di vincere, in casa, contro Roseto e, seppur non in maniera netta, i 2 punti sono entrati in cassaforte. Gli Sharks a 2’ dalla sirena conducevano +2 ma sprecano la grande occasione di violare il PalaRuggi. Imola sale a 10 punti e tutto sommato i playoff restano a portata di mano come obiettivo, visto l’evolversi della classifica.

Miglior marcatore locale BJ Raymond con 25 punti, 9 rimbalzi, 13 falli, 16 punti per Bowers e 11 per Magrini. Dall’altra parte 21 con 6 triple per Person, 13 punti per Sherrod.

Imola subito 11-4 dopo cinque minuti e primo timeout ospite; Roseto torna sotto grazie a Person ed ai rimbalzi offensivi e si arriva a fine periodo sul 19-15. Il secondo quarto si apre con Roseto che torna ad essere aggressiva e la partita che si infiamma. Gli ospiti superano i biancorossi con uno strepitoso Person con 9 punti nel frangente (34-36), prima che Bowers e Fultz realizzassero i canestri del 38-36 locale. La terza frazione è ancora più scoppiettante delle altre: Roseto prova l’allungo con 4 di fila di Sherrod, Imola è BJ Raymond-dipendente con l’americano che torna ad essere un fattore segnando 6 punti nei primi due minuti. A metà frazione Sharks avanti 45-49 con Akele e Bushati. Il finale di quarto è favorevole agli ospiti che vanno all’ultimo intervallo breve sul 54-57. Il clima al PalaRuggi è incandescente (fallo antisportivo rifilato a Rodriguez e con Rossi che dall’altra parte commette il quinto personale), ma Roseto si blocca clamorosamente in attacco realizzando solo 3 punti in 4’ di gioco dell’ultimo quarto: 63-60 al 34’. Nikolic segna due canestri di fila, vantaggio ospite sul 63-64, Crow firma la tripla del + 2. Il finale è da brividi con gli attacchi paralizzati che sbagliano l’inverosimile: Sherrod e Akele siglano il vantaggio a 2’30” dalla fine sul 66-68. L’Andrea Costa per gli ultimi possessi, quelli decisivi, si affida al duo Raymond-Bowers: il primo firma la parità, il secondo segna la tripla del sorpasso sul 71-68 a 80 secondi dalla sirena. Il finale è avaro di canestri e per i biancorossi è tempo di far festa per la vittoria.