Solo applausi per l'A.Costa

I biancorossi dominano tre quarti di gara al PalaDozza, ma i punti in classifica restano nelle mani della capolista Fortitudo
20.02.2018 00:55 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 37 volte
Fonte: Andrea Costa Basket
L'A.Costa al PalaDozza
L'A.Costa al PalaDozza

Consultinvest Bologna - Andrea Costa Imola Basket 83-81

(parziali16-25; 28-38; 68-66) 

BOLOGNA: Boniciolli ne, Cinciarini 19, Mancinelli 21, Fultz 5, Montanari ne, Chillo 7, Gandini 4, Amici 10, Rosselli 4, Pini 2, Italiano 4, McCamey 7. All. Comuzzo

IMOLA: Turrini ne, Bell 15, Alviti 15, Maggioli 8, Cai ne, Wilson 12, Gasparin 7, Prato 21, Toffali ne, Rossi ne, Penna, Simioni 3. All. Cavina

 

Come all’andata l’Andrea Costa perde al fotofinish contro la capolista Fortitudo Bologna, mostrando i muscoli e giocando alla pari dei felsinei per tutto il match.

 

Questa la cronaca:

Novità in quintetto per Coach Cavina che per preservare Maggioli passa Capitan Prato in quintetto. Parte forte Imola piazzando lo 0-4 iniziale con Prato e Alviti, parziale che Cinciarini prova a spezzare ma Gasparin in penetrazione realizza il canestro del 2-6 per i suoi.

E’ Cinciarini a riportare Bologna alle calcagna di Imola con un parziale di 4-0. Coach Cavina decide così, per dare respiro ai suoi, di cambiare assetto: fuori Gasparin, Prato e Wilson  dentro Maggioli, Simioni e Bell. Cambio proficuo con Maggioli che realizza 4 punti riportando i suoi sul +6: 9-15 al 8’.

E’ sempre Cinciarini che tiene a galla i suoi ma in attacco Imola non sbaglia e Maggioli in attacco mette la bomba del +10: 14-24 al 9’ e 16-25 al 10’.

Se Capitan Mancinelli per la Effe realizza il primo canestro del secondo quarto Bell tiene a +10 i suoi con una bomba: 18-28.

Al 14’ Alviti da 3 e la schiacciata di Wilson portano Imola sul 20-33. McCamey realizza da sotto ma Gasparin da 3 e Wilson da sotto mettono il +16 Imola: 22-38 al 15’. I tanti falli fischiati ad Imola permettono a Bologna di avvicinarsi e Mancinelli dall’arco non sbaglia,come Prato dall’altra parte per il 34-46. Si va negli spogliatoi sul 38-48.

E’ la Effe a piazzare il primo parziale al ritorno sul parquet di 4-0, ma Capitan Prato allo scadere di sirena dei 24^ mette la tripla del 42-51. I biancoblu tornano a fare paura sul -6 ma Wilson con una tripla e con l’assist che lancia Prato riporta i biancorossi sul +11, parziale subito spezzato dal canestro di Cincarini, per il 52-61. Quindi dal 52-64 del 26’ al 61-64 al 29’ la Fortitudo torna in gara, dopo aver subito clamorosamente per tre quarti gara. All’ultimo intervallo breve si arriva addirittura sul vantaggio felsineo con la tripla di McCamey (68-66).

Bologna si porta in vantaggio di 6 lunghezze, sul 74-68 al 34’. I biancorossi non riescono più a trovare fluidità in attacco e i padroni di casa ne approfittano portandosi mantenendo il vantaggio sul +6. A 8’ dalla sirena il tabellone indica 76-72. Mancinelli, che all’andata al PalaCattani realizzò la tripla sulla sirena finale, spezza la rimonta imolese con la tripla che riporta i suoi sul +7 (79-72). Dopo il time out di Cavina, Wilson recupera il rimbalzo e realizza il canestro, guadagnandosi pure il fallo che fissa il punteggio sul 79-75. A 25” da giocare, time out di Comuzzo. Dopo l’1/2 di Mancinelli dalla linea della carità, Imola corre in attacco e Alviti realizza la tripla del -2, 80-78, a 16” dalla sirena. Rosselli fa 2/2 ai liberi e riporta i suoi sul +4. Davi Bell infila la tripla della speranza (82-81). Mancinelli infila di nuovo 1/2 dalla lunetta e fissa il tabellone sull’83-81. La palla della vittoria o dell’overtime è nelle mani di Davide Alviti, ma il tentativo da 3 punti finisce fuori bersaglio, offrendo la vittoria alla Fortitudo.

Nel video, la conferenza stampa di coach Demis Cavina al termine del match.