Tiebreak vincente per la Clai

Dopo oltre 2 ore le imolesi superano Lugo all'esordio del campionato di serie B2
15.10.2018 10:24 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 189 volte
Fonte: Csi Clai Imola
Sofia Dal Monte
Sofia Dal Monte

Serie B2 Girone E - 1° giornata
CSI CLAI IMOLA - LIVERANI LUGO 3-2

(parziali: 17-25 / 25-22 / 22-25 / 25-17 / 15-7)
Imola: Piva ne, Devetag 2, Bombardi, Cavalli 4, Dal Monte (lib), Ferracci 15, Folli 2, Ricci Maccarini (lib), Melandri 10, Caboni ne, Zanotti, Collet 9, Tesanovic 14, Gherardi 9. All: Turrini
Lugo: Grasso 4, Migliori, Gaddoni, Mattioli 1, Cavalli (lib), Corrente, Lauciello 5, Milesi 21, Sangiorgi, Piovaccari 15, Bina, Capriotti, Rizzo 11. All: Marone.
Arbitri: Righi e Avanzolini

Due ore e 15 minuti di grande tensione agonistica per la prima vittoria stagionale della Csi Clai Imola che bagna con una bella vittoria il debutto 2018/2019.
La Liverani Lugo si presenta al PalaRuscello molto determinata a fare lo sgambetto alle imolesi, seguendo il trend delle altre partite del girone, in programma ieri, che ha visto diverse vittorie delle neopromosse. Cavalli e compagne, nonostante qualche momento di difficoltà, meritano la prima vittoria stagionale. Esordio assoluto in serie B2 per le tre giovanissime biancoazzurre Vittoria Gherardi, Francesca Folli e Sofia Dal Monte, tutte determinanti per la vittoria finale.
Ora, sciolta la tensione per il debutto al gran ballo della B2, la Csi Clai Imola dovrà concentrarsi sulla prima trasferta del campionato, fuori regione, a Rovigo, domenica 21 ottobre, alle ore 18.

La cronaca.
Primo sestetto della stagoine Sofia Cavalli in cabina di regia, Alice Tesanovic e Sofia Devetag di banda, Elisa Ferracci e Matilde Melandri come centrali, Giulia Collet da opposta e Sara Ricci Maccarini libero.
Inizia certamente meglio la Liverani (0-2 poi 2-4), con Imola un po' confusa in difesa e poco incisiva sotto rete. L'ace dell'ex di turno Roberta Milesi mette il primo gap importante sul 3-7, ma un paio di errori delle lughesi lo vanificano per il 7-8 siglato dalla Melandri al centro. Il pareggio arriva sull'11-11 su un altro errore gratuito delle ospiti. Imola non è ancora sciolta nella propria azione e resta in partita grazie a qualche spunto individuale. Il punteggio non si sblocca dal sostanziale equilibrio nella fase centrale del parziale (13-13), fino al +2 ospite firmato Collet che spara fuori la sua classica bordata (13-15). Dopo il time out richiesto da coach Turrini, Roberta Milesi firma l'ennesimo ace personale, imitata da Alice Tesanovic nel campo avverso per il pareggio 16-16.
Luciello con una gran parallela e capitan Grasso con un potente ace portano nuovamente avanti le ospiti sul 16-18. Per un paio di scambi prosegue l'equilibrio con Ferracci a lottare sopra al nastro, ma Lugo è caparbia a mettere nuovamente il naso avanti sul 17-21, grazie a qualche disattenzione delle locali, che poi mollano al tramonto del set che si chiude 17-25. 
Riparte il sestetto precedente, in un avvio di set macchiato da diversi errori in battuta da ambo le parti. La diagonale stretta della Tesanovic (4-4) è il primo numero balistico del parziale, vanificato, però, dal terzo errore consecutivo in battuta per le imolesi. Il vantaggio 6-5 viene sciupato da conn tre errori consecutivi che regalano il +2 alla Liverani (6-8). E' un astuto tocco in pallonetto della Ferracci, seguito dall'ace della stessa centrale, a regalare il nuovo pareggio. Il 10-8 è firmato da Sofia Devetag, con un gran colpo in diagonale sporcato dal muro, ma le lughesi pareggiano con una doppia botta tremenda dell'altissima Piovaccari, prima da opposta, quindi in battuta. Giulia Collet pesca uno dei suoi primi punti di potenza e lancia le compagne sul 12-11. Dopo un paio di scambi confusi, le due squadre si ritrovano sul 14-14. Il pallonetto della Tesanovic firma il 16-14 che anticipa il time out del coach ospite Marone. Al rientro in campo è la bella diagonale da opposta e la battuta della Milesi a rimettere in equilibrio il parziale, la cui inerzia si sposta verso le ospiti con il bel lungolinea della Piovaccari (16-17). Ferracci sotto rete inchioda a terra l'errore in difesa delle ospiti, che poi si ripetono, prima di ritrovare il pareggio con la stessa Piovaccari (18-18). Ferracci replica con una bella fast, prima di essere sostituita da Mara Bombardi. Sul 20-19 è un gran ace di capitan Sofia Cavalli a dare respiro alla Csi Clai Imola (21-19). La Melandri regala il 22-20, mentre la tensione in campo è palpabile. Sulla gran conclusione della Milesi (22-22), coach Manuel Turrini richiama a rifiatare le proprie atlete in vista del rush finale di set. E' la Tesanovic ad appoggiare in parallela il 23-22, prima del muro a due strepitoso di Ferracci-Collet sulla Milesi per il 24-22. E il PalaRuscello si esalta sul punto dell'1-1 concesso da un errore della difesa ospite. 
Il set successivo inizia subito nel segno della Milesi che continua a martellare dalla banda per il 0-3 iniziale. Imola è sulle gambe (0-5) e coach Turrini, oltre a richiedere urgentemente un time out, è costretto a mescolare le carte sostituendo prima Devetag con Gherardi, quindi Collet con Folli. E' proprio la giovanissima opposta a sbloccare il set imolese con la schiacciata da ala che vale l'1-7. La verve di Francesca Folli trascina le compagne, con un muro solitario che vale il 3-7, ma le lughesi proseguono sulle ali dell'entusiasmo con la fast della Grasso che val il 4-9. La Piovaccari mette le mani laddove altre nemmeno si sognano e il suo muro fa malissimo (5-11) ad una Csi Clai che non riesce a rialzare la testa, se non con la fast della Ferracci in diagonale stretto per il 7-13. Un momento di confusione generale, con il pubblico in fervore da ambo i lati degli spalti, vede le locali riavvicinarsi (10-14), con una gran schiacciata della Gherardi. In campo, in questo delicato frangente, coach Turrini tiene le tre giovanissime Folli-Gherardi-Dal Monte (da libero). Il muro della Ferracci fa fibrillare gli spalti, già incandescenti (13-16). Lugo si affida sostanzialmente alla Milesi che attacca otto palloni consecutivi in due azioni (13-17). Urla forte il mondo Clai sullo straordinario ace di Francesca Folli che manda tutti in panchina per il time out chiesto da coach Marone (15-17). La gran botta in fast della Ferracci tiene Lugo a debita distanza (16-18). Nell'azione successiva l'arbitro non si avvede di un tocco "doppio" della palleggiatrice ospite, scatenando le proteste della Clai, condite dal cartellino giallo a coach Manuel Turrini (16-19). E' ancora la Ferracci con la fast ad inchiodare la palla a terra, imitata perfettamente dalla Melandri per il 18-20. Uno dei primi errori offensivi della Milesi e il doppio ace straordinario di Vittoria Gherardi manda la Csi Clai sul 21-21. Rizzo per Lugo e l'errore da opposta della Folli offrono il nuovo +2 per le ospiti (21-23). Un tocco a muro non fischiato a Capriotti compromette la rimonta locale (21-24, anziché 22-23) che si spegne sull'ennesima prodezza della Milesi che vale il 22-25 ed il primo punto in classifica per la Liverani Lugo (1-2 nel computo dei set).
Nel quarto parziale coach Turrini spedisce in campo Cavalli, Collet, Tesanovic, Gherardi, Ferracci, Melandri e di nuovo Dal Monte libero. Le imolesi iniziano certamente meglio, rispetto al set precedente, portandosi avanti 4-2 con buone cose dalla Melandri. Con un buon muro ed un rapido tocco sul nastro nell'azione successiva la Tesanovic manda la Csi Clai sul 7-3, poi sull'8-4. Le imolesi ritrovano vecchi schemi con la veloce perfetta della Cavalli per la Ferracci (10-5). Un errore della Tesanovic ed il triplo ace della Piovaccari valgono il sorpasso lughese sul 10-11. La Gherardi in attacco, la Cavalli con un ace e la Collet con un insidioso pallonetto rispediscono avanti le locali (16-14). Il pubblico va in visibilio quando le mani di Vittoria Gherardi inchiodano a terra il muro del 19-15. La stessa ala in battuta favorisce l'errore della difesa ospite e il successivo punto della Melandri e, subito dopo, Alice Tesanovic fa spellare le mani ai tifosi imolesi con la schiacciata del 21-15. E' ancora il martello mordanese a piazzare la palla del 23-16 che anticipa la botta (sporcata dal muro) della Collet. Sul 24-17 è una bordata di Giulia Collet a mandare in delirio i tifosi.
Il tiebreak inizia con Cavalli, Collet, Tesanovic, Gherardi, Ferracci, Melandri e Dal Monte libero.
Subito determinate le ragazze di Turrini che scappano sul 3-1 con Ferracci, il muro della Cavalli e Melandri. Sul 4-1, coach Marone richiede il time out, ma le imolesi sono lanciate con l'8-4 ottenuto con il nastro che fa un bel regalo alla Melandri.
Al cambio campo arriva subito il muro ferreo della coppia Ferracci-Collet che appoggia un mattoncino importante. La Milesi sbaglia anche l'attacco successivo e per Imola la strada è in discesa (12-4 col tocco a muro della Collet). Ferracci piazza il 13-4 con la veloce, la Capriotti smuove la propria squadra, seguita dalla Piovaccari (13-6), mentre la Ferracci porta la Clai al match point. Turrini concede alla Zanotti la battuta che può valere il set, ma la Piovaccari reagisce (14-7). Il punto decisivo arriva sempre dall'incontenibile Elisa Ferracci che manda tutte sotto la doccia sul 15-7 e sul 3-2 finale per la Csi Clai Imola.

Serie B2 - 1° giornata andata
Csi Clai Imola - Liverani 3-2

Libertas Forlì - VTB Bologna 3-0
S.Ilario - Rovigo 0-3
T&V Campagnola - Riviera Rimini 0-3
Caf Acli Rimini - Gramsci Re 0-3
My Mech Cervia - Rubierese 0-3
Us Arbor Re - Cremona 3-2

Classifica:
Rubierese, Gramsci, Riviera Rimini, Rovigo, Libertas Forlì 3, Csi Clai Imola e Us Arbor 2, Liverani Lugo e Cremona 1, Cervia, Caf Rimini, Campagnola, S.Ilario e VTB Bologna 0.