Tripudio rossoblu

Capolavoro in diretta Rai: tris Imolese, Feralpi battuta al Romeo Galli
16.04.2019 01:22 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Fonte: Imolese
Tripudio rossoblu

Imolese - Feralpisalò 3-1 (pt 2-0)
Imolese: Rossi (c); Boccardi, Checchi, Carini, Fiore; Ranieri (dal 66’ Valentini), Carraro, Gargiulo; Mosti (dal 66’ Bensaja); Lanini (dal 84’ Giovinco), Rossetti (dal 52’ De Marchi). All. Dionisi (a disp. Turrin, Garoia, Sciacca, Bensaja, Tissone, Varutti, Valentini, Giannini, Zucchetti, Giovinco, De Marchi).
Feralpisalò: De Lucia; Magnino, Canini (dal 46’ Legati), Giani, Contessa (dal 46’ Mordini); Guidetti (dal 50’ Hergheligiu), Pesce, Scarsella (dal 46’ Ferretti); Vita (dal 87’ Marchi Mattia), Maiorino; Caracciolo (c). All. Toscano (a disp. Livieri, Arrighi, Mordini, Ambro, Tirelli, Ferretti, Legati, Altare, Hergheligiu, Tantardini, Marchi Mattia, Marchi Paolo).
Marcatori: 15’ Lanini, 42’ Mosti, 54’ Pesce, 89’ Carraro.
Arbitro: Mario Cascone (assistenti Stefano Montagnani e Roberto Fraggetta).

L’Imolese stende il Feralpi Salò in diretta Rai, nel posticipo televisivo del lunedì. Un 3-1 pesante inferto ad una diretta concorrente ai vertici della classifica di serie C.

Primo tempo da brividi per la squadra di mister Dionisi, che si affida ad Eric Lanini dal primo minuto. In mezzo al campo conferma per Ranieri, torna Mosti sulla trequarti. Nella Feralpi solo panchina per Ferretti, con Maiorino e Vita alle spalle dell’Airone Caracciolo, attaccante di razza con pioggia di reti in serie A e B. Proprio lui in avvio tira fuori da lontano, imitato al 10’ da Maiorino.

Al primo affondo reale l’Imolese fa esplodere gli spalti con la punizione perfetta di Lanini che vale l’1-0. Subito dopo è Carraro a tentare la conclusione, ma la palla esce sul fondo. Solo nel finale di tempo gli ospiti tornano ad essere pericolosi con Caracciolo che spizzica verso la porta locale, ma il portiere Rossi è sicuro nell’intervento.

A circa 5’ dall’intervento, la svolta: sul cross dalla destra di Boccardi, Giani tocca la palla con il braccio e per l’arbitro è rigore. Eric Lanini dal dischetto non è freddo e si fa intercettare la conclusione dal portiere De Lucia. Sulla ribattuta in rete è lesto Mosti che appoggia la palla del 2-0.

Nella ripresa Lanini spreca subito il tris rossoblu, non realizzando un contropiede solitario davanti al portiere. E al 5’ lo stesso attaccante sfiora il raddoppio personale con una bella giocata. Dopo 10’ dall’inizio del secondo tempo, gli ospiti accorciano con un gran tiro di sinistro dal limite di Pesce che gela Rossi. A metà ripresa il Feralpi tenta di completare la rimonta con Caracciolo, senza fortuna, mentre poco dopo ancora Lanini cerca di beffare De Lucia che non si lascia ingannare dall’attaccante sotto porta. A 10’ dal triplice fischio, Caracciolo colpisce bene di testa, ma Rossi compie una prodezza all’angolino. Una parata che vale come un gol. A pochi minuti dalla fine Hergheligiu entra in area da destra e conclude sul primo palo, ma Rossi risponde di ginocchio.

Allo scadere Carraro si inventa quello che tempo fa si sarebbe chiamato un “eurogol”, con una botta pazzesca da oltre 30 metri che si insacca all’angolo alto difeso dall’incolpevole De Lucia.

Grande festa per l’Imolese che chiude in 10 per l’espulsione di Fiore nel recupero e che raggiunge il -1 proprio dal Feralpi Salò, a quota 57 punti.

 

LE DICHIARAZIONI POST-PARTITA

Alessio Dionisi, allenatore
«I ragazzi sono stati bravissimi, hanno fatto un’ottima partita. E’ difficile pretendere di più. Non dobbiamo fermarci, ma è impossibile non essere soddisfatti di quello che stanno facendo questi ragazzi. Abbiamo fatto un’ottima prestazione, in più sono arrivati dei gol bellissimi. Non abbiamo tempo per festeggiare: a Fermo sarà una partita totalmente diversa, con meno spazi».

Federico Carraro, centrocampista
«Il gol? Ero stanchissimo, ho calciato più forte possibile e mi è andata bene. Abbiamo fatto un grandissimo primo tempo, palleggiando bene e non concedendo nulla a loro. Nella ripresa Eric non è riuscito a chiudere il match e loro ci hanno punito, mettendoci poi in difficoltà. Siamo però riusciti a difenderci bene, senza subire molto. E’ un onore aver vinto contro una squadra forte come la Feralpi in diretta nazionale: in più è arrivato questo gol, la ciliegina sulla torta. Lo dedico a mia moglie Giulia, che tra una decina di giorni partorirà il nostro secondo figlio».

Gian Maria Rossi, portiere
«Siamo contenti per aver portato a casa questo scontro diretto. Abbiamo giocato un primo tempo di grandissimo livello, mentre nel secondo ci siamo un po’ complicati la vita. Abbiamo sbagliato il gol del possibile 3-0, poi loro hanno accorciato le distanze e siamo andati un pochino in difficoltà. Dovevamo gestire meglio la gara e quando c’è la possibilità di far gol, bisogna farlo. Vediamo che c’è sempre più pubblico e questo è un piacere: creare più entusiasmo rispetto a quello che c’era ad inizio anno è un segnale positivo, gli appassionati capiscono quello che stiamo facendo».