Un'Imolese immensa

I rossoblu vincono i playoff nella finale contro Forlì. La C è più vicina.
31.05.2018 13:57 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 58 volte
Fonte: Francesco Dottori
L'esultanza
L'esultanza

Imolese – Forlì 1-0

Imolese: Rossi, Garattoni, Boccardi, Boccadamo, Tattini (60’ Montanaro), Miotto (54’ Crema), Carraro, Valentini, Borrelli, Belcastro, Ferretti (41’ Pittarello). All.: Gadda
Forlì: Bianchini, Maioli, Rrapaj, Marini, Selvatico, Cavallari, Sabbioni (73’ Battistini), Longato (64’ Felici), Speziale (52’ Graziani), Ferri Marini, Galeotti (77’ Boilini). All.: Bettini
Arbitro: De Tommaso (Rieti)
Marcatori: Garattoni (63')
 

Per il secondo anno consecutivo i playoff sono rossoblù: l'Imolese -a cui sarebbe bastato un pareggio- batte per 1-0 il Forlì nella finale degli spareggi, riuscendo quindi ad entrare in graduatoria per un eventuale -ma non certo facile- ripescaggio in Serie C.
Nel primo tempo non succede nulla fatta eccezione per una buona occasione per Borrelli in avvio e il brutto scontro, poco dopo la mezz'ora, tra Speziale e capitan Ferretti: l'ariete argentino ha la peggio e, dopo diversi minuti di apprensione, è costretto ad abbandonare il campo. I successivi accertamenti, poi, tranquillizzeranno tutti. La ripresa si rivela molto più pimpante: è proprio il neo entrato Pittarello a sfiorare l'1-0, ma il suo colpo di testa centrale viene salvato dal grande riflesso di Bianchini. Il vantaggio è solo rinviato: al 63' è Garattoni -pescato a meraviglia da Belcastro- che di potenza sblocca il match. Rossi compie quindi un miracolo su Felici prima del penalty guadagnato e poi calciato malissimo ancora da Pittarello. L'ultima emozione la regala bomber Ferri Marini, ma la sua incornata viene sventata da un prodigioso Rossi, il quale evita dunque i pericolosissimi supplementari. Finisce 1-0, è festa al "Romeo Galli".
Adesso l'Imolese giocherà la partita più importante fuori dal campo: la società del presidente Spagnoli sembra infatti intenzionata ad andare fino in fondo per tentare il ripescaggio in Serie C, ma i criteri la pongono in una situazione non facile. Tra le nove vincitrici dei playoff di Serie D, infatti, l'Imolese è solo sesta in graduatoria (i punteggi vengono calcolati in base a diversi criteri, il principale dei quali è il rapporto tra punti ottenuti nella regular season e partite giocate); i romagnoli, con un coefficiente di 1.86, sono infatti dietro a Cavese, Como, Matelica, Albalonga e Arzignano Valchiampo e davanti alle sole Pergolettese, Ponsacco e Igea Virtus Barcellona. Le cose sono state ulteriormente complicate dall'introduzione, a partire proprio dalla prossima annata, delle squadre B di alcuni team di Serie A, le quali giocoforza ridurranno i posti a disposizione delle vincitrici dei playoff di quarta serie. Nell'ordine, a seconda dei posti a disposizione (dipendenti dalle vacanze di organico nell'ex Lega Pro), verranno inserite via via, in maniera alternata, una squadra B, una retrocessa dalla C 2017-18 e una vincitrice dei playoff di D. Sarà dura coronare il sogno, ma ci si proverà; il destino dipenderà anche dalla disponibilità delle altre società coinvolte, con alcuni team che potrebbero non avere i requisiti necessari per l'iscrizione in C.

 

 

Francesco Dottori