Virtus: Daniele Casadei

Acquisto bomba della società giallonera. L'ala imolese firma un biennale
 di Carlo Dall'Aglio articolo letto 75 volte
Fonte: Virtus Spes Vis Imola

Daniele Casadei è il grande colpo dell’estate baskettara imolese. La Virtus Spes Vis Imola incamera l’ok di un giocatore capace di spostare gli equilibri di un campionato. “Casa” arriva da due buone stagioni a Faenza in Serie B al servizio di Marco Regazzi e da una carriera spesa tra la Serie A1 (con 15 presenze in maglia Andrea Costa), DNA e Serie B. Non male per una società che arriva da una stagione tormentata con l’ennesimo cambio in panchina a metà campionato e la sensazione di squadra incompiuta, uscita alla distanza (playoff con Ozzano), ma con il cammino penalizzato da troppe gare gettate al vento.

Arriva il numero #11, l’ala forte che forte lo è davvero: Casadei avrà il ruolo di trascinatore di una squadra per lo più nuova ma con grandi ambizioni, visto il roster.

Nelle mani di coach Davide Tassinari un totem sia sotto le plance che nel tiro dall’arco, specialità della casa e di “Casa”. I due pivot con cui dividerà il campo, Zytharyuk e Sangiorgi, sono per caratteristiche fisiche e tecniche, piuttosto statuari sotto canestro; dunque l’ala imolese potrà integrarsi agevolmente spostando il proprio raggio d’azione in più zone d’attacco.

Certamente coperta la fascia difensiva, con centimetri e muscoli, ora la Virtus dovrà puntare il mirino sulla nuova point-guard che affiancherà nella costruzione del gioco e nelle marcature il redivivo Samuel Dal Fiume.

Alla presentazione di Casadei, presso il main sponsor NPC di Imola, diversi tifosi che hanno festeggiato l’acquisto più importante degli ultimi anni in casa giallonera.

Di seguito un sunto delle prime parole in giallonero dell’ala imolese:

“Sono chiaramente felice di essere qui e di entrare a far parte della famiglia della Virtus Imola. È una scelta che viene dopo una carriera lunga spesa in giro per l’Italia: questa è una fase della mia carriera in cui scendo di categoria con la consapevolezza che non sarà un campionato facile da affrontare, anzi.

Arrivo con tanta voglia ed ancora tanti stimoli perché a me giocare a pallacanestro piace ancora tanto e ho ancora voglia di dimostrare tanto: per questo credo che la Virtus Spes Vis Imola sia, in questo momento, per me la scelta migliore che potessi fare.

E’ il coronamento di un lungo inseguimento. Ci siamo sfiorati due anni fa, ci siamo sfiorati ancora più da vicino l’anno scorso ed ora finalmente coroniamo questo inseguimento e ne sono ben felice.

E sono anch’io convinto che si possa fare molto bene insieme.

Il contratto biennale lo considero un grande attestato di stima, perché fare un biennale ad un giocatore di 36 anni vuol dire che si ha grande fiducia nel giocatore e nella persona. Io credo che la società con questo gesto abbia dimostrato grande fiducia nei miei confronti e sono sicuro che la ripagherò.

Non sono mai stato abituato a giocare per perdere, perchè a me piace vincere il più possibile. Credo che i tifosi si divertano di più a vincere che a perdere, quindi è chiaro che noi si tenterà di fare tutto il possibile per vincere tutte le partite, ben consapevoli che questo spesso non sarà possibile, però è inutile porsi dei limiti.

Sono convinto che la squadra che sta venendo fuori abbia degli elementi di assoluto pregio per la categoria. La squadra è buona di partenza: dobbiamo dimostrarlo trovando l’intesa con l’allenatore e formare la chimica tra noi giocatori. Sicuramente partiamo con l’idea di fare il miglior campionato possibile e non poniamo limiti alla provvidenza: se arriveremo in fondo e saremo lì per vincere il campionato sicuramente non ci tireremo indietro”.

Il presidente Luigi Dall’Alpi è incontenibile: “La Virtus è fiera di averti qui e diciamolo: finalmente! Io ti ringrazio a nome della società per la tua scelta e penso che faremo delle belle cose insieme. Finalmente siamo riusciti a “metterti le mani addosso” e vogliamo tenerti almeno per due anni!”

Di poche parole, Carlo Marchi, Direttore Sportivo della Virtus, visibilmente soddisfatto per l’aver concretizzato un sogno lungo diversi anni: “Posso ribadire che sono molto contento di aver portato qui “Casa” perché sono anni che lo seguiamo e stavolta ce l’abbiamo fatta e sono convinto, come tutti, di aver preso un super sia come giocatore che come persona”.

Di seguito il video della presentazione di Daniele Casadei