Meeting d'Autunno

Davanti al ritrovato pubblico sugli spalti del Romeo Galli, si disputa un interessante Meeting di atletica leggera
10.10.2020 13:12 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Meeting d'Autunno

Il 7 ottobre il Romeo Galli ha ospitato il Meeting d’Autunno organizzato dall’Atletica Imola Sacmi Avis, manifestazione regionale, con la partecipazione di ben 262 atleti.

Nei 1000 metri, trionfa Davide Kutrov (Senigallia) con 2.52.59, seguito da Alessandro Santangelo (Fucecchio, 3.01.63) e Achille Alessandri (Libertas Rimini, 3.03.20).
Il primo atleta casalingo è Riccardo Nataloni (al quarto posto con 3.07.51), mentre è 12° Federico Marchi (3.26.33).
Nel femminile spicca il 2° posto di Letizia Mengozzi con 3.18.98, preceduta da Letizia Bertani (Calcestruzzi Corradini, 3.16.51) e seguita dalla faentina Zoe Fiorentini (3.22.51). Bene Giada Martelli (sesta con 3.31.55), Rebecca Musto (3.38.60) e Federica Martini (3.40.97). In gara anche le altre locali Lucia De Caro, Beatrice Palomonari, Sara Ragazzini e Beatrice De Maio.

Argento imolese anche tra le cadette grazie a Lovepreet Rai (3.09.31); l’oro va a Viola Cilloni (Reggio, 3.08.92), il bronzo ad Alice Alessandri (Libertas Rimini, 3.14.24). In gara anche Asja Cilini ed Emma Silvestre.

Tra i cadetti vince Abrham Angino Asado (Pol. Centese) con 2.35.56, davanti a Leonardo Trevisan (Parma Sprint) e Pietro Salati (Self Atletica), che registrano rispettivamente i tempi di 2.41.85 e 2.49.82.
 

Nei 1500 metri maschili per il Trofeo Franco Conti, la gara è di buon livello con la vittoria di Daniel Rocca (classe 2002, Lagarina Crus Team) con 3’52”01, in volata su Francesco Guerra (Parco Alpi Apuane, 3’52”75). Andrea Cilea (Modena) con 3’54”33 chiude il podio, da cui rimane escluso il portacolori imolese Luis Matteo Ricciardi (3.55.51).

Tra i padroni di casa si segnala il sesto posto del 2003 Riccardo Ghinassi (3.57.39).
Nei 1500 femminili, la maceratese Ilaria Sabbatini si impone con 4.36.08 su Sara Nestola (Self Atletica, 4.37.30) e Chiara Bazzani (Fratellanza,4.38.38), mentre la prima di Lugo (che partecipa insieme a Imola) è Costanza Sackett (5.08.64).

Nel martello maschile straordinarie partecipazioni di Giorgio Olivieri (Carabinieri) e Marco Lingua (Marco Lingua 4ever), olimpionico a Pechino 2008 e Rio 2016. A spuntarla, per appena 31 cm, è il primo dei due, con 69.82. Terzo assoluto Andrea Fagliarone con 46.07.

Lo stesso lanciatore imolese con 9.86 si prende l’oro nel getto del peso, dove il podio è completato dai compagni di squadra Andrea Mazzanti (9.29) e Lorenzo Pederzoli (8.03).

Nel disco donne Diletta Fortuna vince con 52.66, davanti a Francesca Casprini (41.21), Rachele Guzzon (31.15) e Giuditta La Torre (28.03) tutte di Lugo.

Tra gli allievi i riflettori sono tutti per l’Atletica Imola. Vince Jacopo Maccarelli (12.59), seguono Lorenzo Morara (11.30), Giovanni Cavolini (9.65) e Vittorio Ragazzini (9.38).

Incetta di medaglie per la Sacmi Avis anche nel martello: oro per Marco Fabbroni con 58.33 e argento per Vittorio Ragazzini con 44.24.

Paolo Turroni della Parco Alpi Apuane nei 5000 metri, con il record personale di 14.48.51, precedendo Walter Fauci (Virtus Lucca) di 48 centesimi. Chiude il podio Roberto Boni della Self Atletica (15.12.66). Soddisfazione per Riccardo Dall’Osso che centra il personale con 16.36.57.
 

Nei 100 metri dominano i locali: Lorenzo Pederzoli conquista l’oro con 11.67, davanti a Matteo Rosadi con 11.97.

Tra le ragazze, Valentina Bonetti con 12.97, è seconda solo a Sandra Milena Ferrari (Fratellanza, 12.88).

Nel salto in lungo uomini primeggia Abdul Majeed Omar della Firenze Marathon con 6.69, seguito dai tre Montanari in gara, Enrico (6.68), Federico (6.35) e Matteo (6.04).
Nel triplo donne vince Eleonora Mancini (Endas Cesena) con 11.24, seguita dalle due ravennati Beatrice Benini (10.67) e Sara Stellato (10.03).