Nel mirino i campionati italiani

Entra nel vivo la stagione indoor 2021 nel vivo e l'Atletica Sacmi Avis Imola si presenta pronta con tanti primati personali

25.01.2021 13:29 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Alberto Brini
Alberto Brini

L’Atletica Imola ha già nel mirino i Campionati Italiani del mese prossimo ed i suoi principali esponenti si son messi in evidenza nello scorso weekend ad Ancona.
Nei 1500 metri Riccardo Ghinassi, junior al primo anno di categoria corre in 4’00’’79, suo secondo tempo di sempre e record personale indoor. Con questo risultato Ghinassi consolida la sua seconda posizione nel ranking 2021 della specialità per gli under 20: per partecipare ai campionati italiani, deve rientrare nei primi 6 atleti della sua categoria entro lunedì 1 febbraio.
Nella stessa distanza Ismail Grirane corre in 4’16’’09 e Lorenzo Landi in 4’27’’22
Buona prestazione nei 60 piani di Denis Libofsha che migliora il personale in 6’’90, vincendo la finale B, (dopo il 6’’97 in batteria). Bene anche Davide Bernabei, che correndo in 7’’24 fa segnare il suo secondo miglior tempo di sempre. Soddisfatti Andrea Mazzanti (7’’26) e Matteo Rosadi, al PB in 7’’55, mentre Francesco Cavina corre in 7’’42.
Nel salto con l’asta l’atleta-allenatore Federico Ferrucci riesce a saltare 4,00 metri, mentre i giovani Marcello Filippone e Luca Ghini saltano 3,40m e 3,20m.
Nei 400 e negli 800 metri, il protagonista è Mattia Turchi: sabato corre il quarto di miglio in 52’’87 (PB assoluto) e domenica polverizza il record personale indoor negli 800 in 1’57’’63 (precedente 2’00’’58), secondo miglior tempo di sempre.
Nella distanza più lunga partecipano anche Jacopo Torri, in 2’09’’96 e Riccardo Gaddoni.
Il trio dei decatleti si presenta al meeting di Padova ma non brilla, complici alcuni problemi fisici.
Simone Ronzoni e Alberto Brini gareggiano nel salto in lungo (rispettivamente 6,86 e 6,48), mentre Michele è impegnato nei 60hs (quarto in 8’’39, a 9/100 dal personale); nel salto in alto i due fratelli Brini si classificano entrambi al sedicesimo posto con 1,70m, ma Ronzoni non riesce a superare la misura d’ingresso.
Per l’Atletica ICEL Lugo Valentina Bianchi corre i 60hs in 8’’69, mentre Greta Carnevali ottiene 11,31m nel salto triplo.
Record personali per entrambe le velociste impegnate nella distanza senza ostacoli: Stefania Di Cuonzo corre in 7’’76 in finale, mentre Guia Fattorini ottiene 8’’33.
Ottimi risultati nei 400 metri dalle due debuttanti Lovepreet Rai (1’02’’09) e Silvia Bovolenta (1’03’’58); Anna Gaspari e Matilde Martinelli si migliorano correndo rispettivamente in 1’03’’62 e 1’07’’98.