Cavalli: "Già proiettati al futuro"

Il team manager della Clai Imola Massimo Cavalli racconta come le ragazze stanno affrontando questo periodo di emergenza sanitaria
21.04.2020 09:53 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Cavalli: "Già proiettati al futuro"

Anche per il mondo del volley nazionale si è fermato a causa dell’emergenza sanitaria in atto e, dunque, il primo campionato di serie B1 della Csi Clai Imola si è concluso “senza vincitori né vinti”.
Le imolesi, allenate da Manuel Turrini e Fabio Ghiselli, chiudono al 9° posto in coabitazione con Nottolini, in una classifica che vede un margine di 5 lunghezze dalla prima (in teoria) retrocessa Moncaro Moie e di soli 7 punti dal 4° posto assoluto di Castelfranco. Insomma, equilibrio allo stato puro nel girone certamente più duro dell’intera serie B1.  Esordio convincente, dunque, della Clai Imola.

Il team manager della prima squadra Massimo Cavalli non è sorpreso della decisione della Federazione: “Era inevitabile: dopo un mese di inattività in palestra, era impensabile riprendere il campionato”.

Per la squadra guidata da coach Manuel Turrini, in ogni caso, il mantenimento della categoria: una serie B1 che ha confermato le previsioni di alta qualità ed equilibrio quasi assoluto:
“Diciamo che il mantenimento della categoria ci sarebbe piaciuto guadagnarlo sul campo, anche se il nostro obiettivo,  la salvezza, non è mai stata messa in discussione. Abbiamo chiuso il girone di andata al 7° posto, un risultato di tutto rispetto in un girone dove tutti potevano vincere o perdere con tutti. Le nostre ragazze hanno messo in campo una bella pallavolo, anche se in alcuni casi abbiamo lasciato qualche punto alle avversarie specialmente in casa, probabilmente lo scoglio del salto di categoria. Ripartiremo dalla B1 anche il prossimo anno, con Turrini”.

Come si è organizzata la Clai Imola per mantenere vicine, anche se distanti, le ragazze e i vari staff tecnici?
“Fino alla decisione della Federazione di annullare tutto, la prima squadra è rimasta in attività fisica grazie a un lavoro di supporto da parte di Monica Risaliti e Manuel Turrini, che hanno distribuito materiale tecnico ad ogni giocatrice e schede per gli esercizi, tre sedute di pesi (seguite in diretta collegate tutte con Monica  e Manuel via video chiamate) e due sedute di metabolico fatta individualmente. Poi alla notizia della chiusura definitiva dei campionati, abbiamo rallentato, ma sono rimaste le tre sedute di pesi ed una bella iniziativa di Monica con una seduta di step il sabato aperta a tutti, compreso i genitori o amici in video chiamata. Sabato scorso abbiamo superato i 30 partecipanti, ma sabato prossimo vogliamo superare i 50 utenti collegati”.

Una volta terminato questo periodo di emergenza sanitaria, la Clai Imola tornerà ad essere il faro della pallavolo imolese:
“Credo proprio di sì, come Società abbiamo continuato a lavorare tutti in smart working, per riuscire a superare al meglio questa pandemia, ma già proiettati nel prossimo anno”.