Il muro austriaco

A Innsbruck il Romagna non trova la spazio giusto per ribattere ai contropiedi dei locali. Sabato prossimo il San Vito Marano.
14.03.2021 19:08 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Il muro austriaco

Serie A2 – Recupero 5^ giornata ritorno
TIROL-PALLAMANO ROMAGNA 28-17 (p.t. 16-8)
Tirol: Lasser, Sommer, Heiss, Brezinka 1, Dimai 5, Dobric 4, Erhart, Grothuess 3, Igbinoba 1, Kohlbacher 1, Kristen 6, Lechleitner 1, Nagele 3, Prader 1, Sabath 2. All: Hagleitner
Romagna: Redaelli, Mandelli, Amaroli, Bandini 1, Bartoli 3, Bianconi 1, Di Domenico 6, Drago, Gollini, Manduchi, Mazzanti 1, Montanari, Ramondini, F.Tassinari 3, Zanoni 2. All: Folli
Arbitri: Russo e Testa

Partita a porte chiuse

Troppi gli assenti in casa Pallamano Romagna, per poter reggere il confronto con una delle formazioni meglio strutturate del campionato. A Innsbruck vince 28-17 il Tirol, grazie soprattutto ai 9 contropiedi a tutto campo infilati nel primo tempo. Poi gli austriaci, in pratica, amministrano il vantaggio nella ripresa.
Il Romagna si blocca di fronte al muro difensivo avversario, riuscendo solo in poche occasioni a imprimere il proprio ritmo al match. Sugli scudi Di Domenico  (6 reti) e Bartoli sulla linea dei terzini.
Prossimo impegno, sabato 20 marzo, alla Cavina contro San Vito Marano, sempre a porte chiuse.

La cronaca.
Ampiamente rimaneggiata la truppa della Pallamano Romagna, affronta la trasferta in Austria con le assenze degli indisponibili Dario Chiarini, Tommaso Albertini, Amir Boukhris, oltre che di coach Domenico Tassinari. In panchina ancora Fabrizio Folli, alla seconda presenza da head coach in serie A2. Non sono a Innsbruck anche Samah Hajfrej e Stefano Babini, mentre sarà del gruppo il terzino Davide Manduchi, alla vigilia del suo 19esimo compleanno.

Il Romagna inizia la gara con Fabrizio Tassinari, Andrea Bartoli e Gregorio Mazzanti sulla linea dei terzini, Martin Di Domenico e Cristian Amaroli alle ali, Filippo Gollini pivot e Martino Redaelli in porta.

Nei primi 8 minuti solo Tassinari e Di Domenico trovano la via della rete, anche perchè la difesa locale è un muro che spezza il ritmo degli arancioblu: il 2-6 è anche frutto di 3 contropiedi solitari degli austriaci. Al 10’ (sullo stesso punteggio), Folli chiama timeout per spronare i suoi ragazzi. Poco prima, in campo anche Ramondini e Bianconi. Mazzanti sui 9 metri è costantemente rimbalzato dal muro dei difensori. Al 13’ è ancora Di Domenico a sbloccare un digiuno di oltre 7’ (3-7), ma i locali allungano ancora, nonostante un paio di interventi di Redaelli tra i pali. Il tempo scorre e il canovaccio del match non cambia: 4-10 al 18’, con il Romagna che è costretto a produrre azioni sempre molto lunghe senza trovare lo spazio per un tiro “comodo”, nonostante in campo si destreggino tre centrali come Tassinari, Bianconi e Bartoli. Il Tirol scappa grazie ad altri facili contropiedi solitari (4-12 al 22’). E’ questo il momento peggiore per i romagnoli che appaiono senza idee nella fase offensiva, anche perchè i pochi tiri espressi, vengono respinti dal portiere locale. Entrano anche Montanari e Drago. E’ Bartoli a sbloccare l’attacco, seguito da Di Domenico dai 7 metri al 24’ (6-13). Redaelli compie tre parate importanti, anticipando anche fuori area l’ennesima ripartenza, ma al 27’ il Tirol doppia i romagnoli sul 7-14. A 1’15” dall’intervallo, arriva il timeout del Tirol, con la squadra di casa avanti 8-15. Il primo tempo si chiude sull’ennesimo contropiede dei rossoneri locali: sul 8-16 tutti negli spogliatoi.

Nei primi 7’ della ripresa, il Romagna è più solida e concreta in attacco 12-18, con le reti di Di Domenico e Mazzanti. Ma in un minuto Tirol segna due volte e si riporta sul +8 all’8’, con timeout immediato di coach Folli.

Il Romagna ruota gli effettivi a disposizione, nella speranza di ravvivare la manovra offensiva, ma al 43’ il punteggio 12-23 è impietoso per gli arancioblu. Al 44’ un fallo pesante su Bianconi ha come conseguenza l’esclusione per 2’ per il difensore e l’abbandono del campo, per infortunio alla caviglia, da parte del giovane centrale imolese. L’attacco ospite è comunque spuntato: la superiorità numerica produce solo la bella parata di Redaelli e la rete di Zanoni (13-23). Sul timeout al 47’, Tirol si ritrova avanti 13-24 e con, da tempo, le mani sulla vittoria finale. Il Romagna tenta comunque di reagire, con Mandelli che neutralizza un rigore e para un tiro di potenza e con la coppia Zanoni-Tassinari che accorcia sul 16-24 al 50’. Gli ospiti recuperano ancora sul 17-24 al 51’, ma nei 3’ successivi gli austriaci trovano 3 reti che riportano il vantaggio in doppia cifra (17-27). Al 56’ Mandelli para un altro rigore (2 su 2 tentativi), mentre il Romagna si trova in inferiorità numerica. Non accade nulla di particolarmente rilevante negli ultimi istanti di gioco che servono solamente a definire il punteggio finale: 17-28.

Recupero 5^ giornata ritorno
Tirol-Pallamano Romagna 28-17

Classifica:
Malo 36 (18), Torri 28 (17), Tirol 26 (18), Crenna 22 (16), Cologne 22 (17), Cassano Magnago 19 (18), Pallamano Romagna 18 (17), Ferrara United 17 (18), Vigasio 12 (18), Arcom 11 (16), San Vito Marano 10 (18), Leno 9 (17), Mezzocorona 8 (18), Oderzo 4 (16).