Imolese conquista la Serie C

Salvezza strappata al termine di due sfide mozzafiato contro l'Arzignano Valchiampo
01.07.2020 00:22 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Imolese conquista la Serie C

Imolese-Arzignano Valchiampo 0-0 (Pt 0-0)

Imolese: Rossi, Boccardi, Checchi, Carini, Tentoni (st 45’ D’Alena), Marcucci (st 29’ Alimi), Garattoni, Ingrosso, Belcastro, Sall (st 45’ Padovan), Chinellato (st 1’ Schiavi). All. Cevoli. A disposizione: Libertazzi, Valeau, Scarlino, Suliani, Alboni, Maniero, Della Giovanna, Artioli.

Arzignano: Tosi, Tazza (st 20’ Heatley), Balestrero, Bigolin (st 11’ Hoxha), Barzaghi, Bonalumi, Perretta (st 17’ Piccioni), Casini, Ferrara, Rocco (st 17’ Pattarello), Cais (st 1’ Kouko). All. Colombo. A disposizione: Faccioli, Amatori, Pasqualoni, Calcagno, Maldonado, Lo Porto, Calcagni

Arbitro: Andrea Colombo di Como. 

Espulso al 35’ Checchi

E’ fatta!!! L’Imolese impatta 0-0 nel ritorno casalingo dei playout spedendo in serie D l’Arzignano Valchiampo e festeggiando la conseguente permanenza in serie C.

I rossoblu meritano nel computo delle due gare, sfruttando appieno la vittoria 2-1 in Veneto di sabato sera. Al Romeo Galli gli ospiti tentano il tutto per tutto, mettendo alle strette i ragazzi di mister Cevoli, ma al 90° sono proprio i padroni di casa a festeggiare lungamente.

L’Arzignano con Rocco spreca un rigore al 38’, provocato da Checchi, espulso dal direttore di gara. E spreca anche un’intera ripresa giocata in 11 contro 10. I giallocelesti vedono terminare così il loro primo campionato in serie C, con una retrocessione amara sotto tanti punti di vista.

Nell’Imolese formazione praticamente identica a quella della gara di andata, con il solo Sall dall’inizio al posto di Padovan.

Per gli ospiti, Mister Colombo deve rinunciare ancora a Maldonado e Calcagni in mezzo al campo, sostituiti da Balestrero e Casini. Davanti a Tosi gioca una linea difensiva con Tazza, Bonalumi, Bigolin e Barzaghi, in mezzo c’è Perretta, con Ferrara che gioca alle spalle del tandem Rocco-Cais, con Piccioni e Kouko inizialmente in panchina.

Al 4’ è Rocco a sprecare davanti al portiere rossoblu Rossi che ipnotizza l’avversario in uscita.

Un minuto dopo, la risposta dell’Imolese con un’azione insistita, ma il tiro da fuori area di Belcastro finisce alto.

Al 18’ tentativo di tiro a giro dal limite dell’area di Belcastro, ma Tosi è bravo ad intuirne la traiettoria.

Al 32’ in contropiede Sall si accentra, lascia a Belcastro, il cui tiro è alto sopra la traversa. Al 34’ tentativo di Rocco dal limite dell’area, con la deviazione della difesa in corner.

Al 35’ l’episodio chiave che potrebbe cambiare l’andamento del match e dell’intera stagione: su un calcio d’angolo ospite, Checchi commette fallo in area su Balestrero ricevendo l’espulsione e il calcio di rigore a sfavore.

Sul dischetto Rocco si fa ipnotizzare ancora da Rossi e sbaglia, per il grosso sospiro di sollievo di tutto l’ambiente rossoblu.

Al 48’ cross di Tazza, tentativo di testa di Ferrara, ma la palla non centra la porta.

Nella ripresa Colombo si gioca subito la carta Kouko al posto di Cais; mentre nell’Imolese Schiavi prende il posto di Chinellato.

Al 1’ subito Arzignano pericoloso: Ferrara per Tazza, cross che attraversa tutta l’area piccola, ma Balestrero non arriva alla deviazione vincente sul secondo palo per questione di centimetri. Al 4’ colpo di testa di Balestrero sul secondo palo che costringe alla parata in presa il portiere Rossi.

All’8’ sugli sviluppi di una punizione in area di casa, Bigolin colpisce di testa e sfiora l’incrocio dei pali.

Al 19’ il neo entrato Pattarello semina il panico in area imolese, cross sul secondo palo per Balestrero che arriva con un secondo di ritardo.

Al 22’ bellissima giocata di Ferrara che salta il diretto marcatore, si accentra e lascia partire un bel tiro che sfiora la traversa della porta rossoblu.

I padroni vedono sempre più vicino l’obiettivo, ma sono in evidente affanno nel contrastare la frenetica manovra ospite.

Colombo inserisce Piccioni, Heatley per cercare di dare vivacità all’attacco, ma l’Imolese è tutta a difesa della porta di Rossi e lascia pochi spazi. Al 36’ Ferrara serve un bellissimo assist a Balestrero, che da due passi non trova la deviazione vincente. Al 40’ doppia occasione gialloceleste, ma Kouko si fa respingere il tiro dalla difesa e Piccioni non riesce a superare Rossi con due colpi di testa nel giro di un paio di minuti.

Nel finale contropiede di Alimi che da buona posizione calcia alto.

E’ un assedio quello dell’Arzignano nell’ultimo quarto d’ora e pure negli 8 infiniti minuti di recupero, specialmente con Kouko e Piccioni che colpisce l’esterno della rete, ma la deviazione vincente non arriva.

L’Imolese esulta al triplice fischio finale e può festeggiare una meritata salvezza, al termine del secondo campionato consecutivo di serie C.

Ora la dirigenza potrà iniziare a pensare alla prossima stagione.