La passione giallonera

Il pensiero di Luca Patuelli, uno dei tifosi storici della Virtus Imola
23.07.2021 11:38 di Carlo Dall'Aglio   vedi letture
La passione giallonera

Questo il pensiero di Luca Patuelli, uno tra i tifosi più attivi dell'Armata Giallonera, un vero e proprio veterano della curva della Virtus Imola:

"Nonostante la delusione dal punto di vista sportivo, quest'ultimo anno per noi tifosi gialloneri e' stato molto importante a cominciare da fine agosto 2020, quando ci siamo trovati con fumogeni e bandiere a salutare la squadra al primo allenamento. Situazione replicata a febbraio alla ripresa della preparazione, con menzione particolare per la prima di campionato in diretta via streaming dove causa lockdown i tanti tifosi hanno fatto il classico selfie con sciarpe e mascherine dalle proprie abitazioni.

Varie volte ci siamo trovati a vedere insieme le partite al bar 1.59 di Imola, da quasi un anno nostro punto di ritrovo.

In questi mesi di pandemia si e' rafforzato ancora di più il rapporto squadra/società/tifoseria: quet'ultima è stata sempre vicino alla squadra come prima della partita con Mestre, dove una quarantina di tifosi si sono trovati a salutare e "caricare" i propri beniamini o come quando si e' tifato da fuori con Oderzo e Bassano, con tanto di festa finale dopo la "bomba" di Ranocchi.

Epica la trasferta di Rovigo con un esodo giallonero che non si vedeva da anni. Tanti vecchi tifosi sono tornati, altri giovani si stanno avvicinando a questi colori.

Non so in che categoria saremo tra qualche mese, ma tanti appassionati saranno sui gradoni del Ruggi: è tornato tanto entusiasmo attorno a questa storica società, anche perchè la passione non ha categoria e Imola vera è solo giallonera".