Romagna ko in amichevole

Prima amichevole preseason per gli arancioblu di mister Domenico Tassinari contro Camerano
30.08.2020 17:56 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Domenico Tassinari
Domenico Tassinari

Amichevole

PALLAMANO ROMAGNA-CAMERANO 28-29 (pt. 12-14)

Pallamano Romagna: Redaelli, G.Sami, Amaroli 3, Babini 2, Boukhris 3, Bandini 1, Albertini, Zanoni, Mazzanti 6, Di Domenico 3, Drago 1, T.Sami, Gollini 3, Chiarini 1, Bartoli 2, Montanari 3. All: D.Tassinari

Prima sgambata stagionale per la Pallamano Romagna che esce sconfitta 28-29 dall’amichevole interna (a Mordano) contro Camerano di mister Davide Campana.

Grande assente capitan Fabrizio Tassinari, impegnato come coach in Puglia nello stage dell’under 17 della Pallamano Mordano.

Avvio inevitabilmente contratto da ambo le parti, con i 14 in campi intenti, soprattutto, a riprendere confidenza con il clima partita. Tra i casalinghi è Gregorio Mazzanti il primo a squillare le trombe con una doppietta che vale il 2-3 dopo 6’. Nonostante gli spunti di Gollini e Boukhris, i locali vanno sotto di 4 lunghezze (4-8) al 13’. Tra i pali si alternano Redaelli e Sami, il quale compie una prodezza favorendo il contropiede che vale il 6-8 a metà frazione. Le successive perle tecniche di Di Domenico all’ala e di Mazzanti, con un potente sotto mano centrale, fanno da traino ad un buon frangente di squadra. Il contropiede di Bandini, infatti, firma il -1 (9-10) quando mancano 10’ all’intervallo. Nel momento migliore, i locali incassano due contropiedi consecutivi che spezzano il ritmo (9-12). Boukhris e Mazzanti chiudono le marcature per gli arancioblu nei primi 30’.

Inizio sprint nella ripresa per i locali, con Amaroli che realizza due reti in velocità per la parità del match (16-16) al 3’. La stessa ala e il pivot Gollini sbagliano la conclusione del possibile vantaggio e dall’altra parte i gialloblu ritrovano coraggio, soprattutto a campo aperto, con due contropiedi vincenti (17-19) al 13’. Chiarini trova la prima (e sola) gioia personale di giornata, grazie ad una bella conclusione in elevazione, dimezzando il gap. Con due soluzioni improvvise e di alta difficoltà dall’ala destra, i marchigiani allungano ancora per il 19-22 quando mancano circa 12’ alla sirena. Negli ultimi minuti di partita, ormai parecchio frammentati per via della stanchezza fisica dei protagonisti, Marcello Montanari accorcia sul 26-28 a 2’30”. Inutili, ma molto belle, le realizzazioni di Mazzanti e Di Domenico (quest’ultima a fil di sirena) che chiudono il match sul 28.29.

Nel video, le parole in esclusiva del pivot Filippo Gollini