Spremuta di Clementina

Contro la favorita del girone, la Clai Imola mantiene l’imbattibilità in campionato, centrando il terzo successo consecutivo.

08.02.2021 01:36 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Spremuta di Clementina

Serie B1 Girone D1 3° giornata
Csi Clai Imola – Clementina Volley 3-1
(parziali: 25-12 / 28-26 / 15-25 / 26-24)
Imola: Cavalli 2, Lodi 7, Folli 18, Costantini ne, Bughignoli 18, Rizzo 14, Melandri 7, Dal Monte (lib), Carnevali, Pedrazzi ne. All: Turrini.
Clementina: Gatto 3, Gotti 14, Vidi 9, Leonardi ne, Castellucci 9, Fucka 10, Cerini 6, Bruno (lib), Cardoni, Fastellini, Fedeli 4, Zannini. All: Secchi
Arbitri: Valletta e Scarpulla

I pronostici erano tutti per le marchigiane del Clementina, formazione nata dalla fusione di Castelbellino e Moie. E l’indisponibilità dell’ultima ora di Vittoria Gherardi pare aumentare le chance per le ospiti.
Ma la determinazione e la capacità di rimanere sempre “sul pezzo” di Cavalli e compagne, oltre alla lucidità dello staff tecnico ribaltano tutte le previsioni: alla fine, per la terza volta consecutiva, a festeggiare in mezzo al campo sono le imolesi che chiudono sul 3-1. Unica macchia, il set perso.
Sofia Dal Monte è un gigante come libero e anche grazie alla sua prestazione clamorosa, capitan Cavalli riesce a giostrare con maestria le proprie attaccanti. Rizzo è una certezza, Melandri è una costante spina nel fianco per le ospiti, le esterne disponibili Folli, Bughignoli e Lodi spaventano per qualità e carattere nei momenti decisivi.
E, soprattutto, coach Turrini, insieme al proprio staff, dimostra di meritare il primato solitario.
Primato che andrà difeso ancora al PalaCavina, domenica prossima, contro la seconda della classe Perugia che insegue a 2 lunghezze.

La cronaca
Coach Turrini manda in campo capitan Sofia Cavalli in cabina di regia, Francesca Folli come opposta al posto di Gherardi, la coppia di centrali Matilde Melandri e Benedetta Rizzo, Sofia Dal Monte libero e l’inedita coppia alla banda Ilaria Bughignoli e Lucrezia Lodi, all’esordio in serie B1 da titolare.
Il primo punto imolese porta la firma di Bughignoli, mentre sul 3-3 le doppiette di Rizzo (con ace) e Lodi scavano il primo allungo (7-4), quindi 9-5 su errore di Clementina. Il muro secco di Rizzo su Vidi e il pallonetto millimetrico di Folli (12-6) inducono coach Secchi ad interrompere il gioco con un timeout. Ma alla ripresa, Folli su ace allunga ancora 15-7. Bughignoli obbliga Secchi ad interrompere ancora il gioco sul 18-7, stampando un ottimo muro sull’opposta Gotti. Imola viaggia senza ostacoli sul 21-8. Lodi gioca col muro per il 22-9. Il 23-11 è causato da un “rigore” scagliato fuori delle ospiti. Lo schema in velocità tra Cavalli e Folli da zona 4 e il muro secco su Gotti producono il 25-12. Ospiti completamente escluse dal gioco, ottima Clai in questo primo parziale.
Inizio di 2° set molto più equilibrato, con Clementina che sfrutta qualche azione positiva di Fucka (3-5, quindi 4-8). Bughignoli stringe la diagonale sui 4 metri, quindi un muro eccezionale di Cavalli impone il 6-8. L’8-9 porta la firma di Lucrezia Lodi che a tutto braccio stende la difesa ospite. Ma Clementina trova lo spunto per scappare sul 10-14. Folli piazza un gran colpo in diagonale stretto che vale il 12-15, quindi Lodi indovina l’ace che riporta a galla Imola dopo una fase di appannamento. Bughignoli e Folli, entrambe da zona 2, segnano il 16-17 e un errore in attacco delle marchigiane fa impattare a quota 17. E il sorpasso arriva, immediato, sul lungolinea perfetto di Bughignoli, seguito dall’ace di Folli: sul 19-17, coach Secchi chiama il timeout, dopo il break di 0-4 incassato dalle sue atlete. L’ennesima fast potente di Rizzo firma il 20-19, ma le ospiti reagiscono scappando sul 20-22 con una doppietta di Vidi. Quindi un errore a testa spedisce Clementina sul 21-23. Cardoni sbaglia in battuta, ma Gotti segna il 22-24. Folli chiude un attacco clamoroso, Vidi cerca di imitarla, ma spara fuori per il 24-24. Folli segna, Lodi sbaglia il servizio (25-25), Bughignoli affonda un colpo davvero potente, ma poi un fallo sul tocco di Cavalli riporta tutto in parità (26-26), con la tensione che è palpabile in campo. E fuori. I colpi in attacco di Folli e Rizzo firmano il primo punto di serata per la Clai Imola. E, contestualmente, il primo punto perso in stagione per Clementina.
Che inizia meglio il terzo set (3-8), con le imolesi un pò troppo fallose nel frangente. La pipe centrale di Folli demolisce la difesa ospite (5-9), ma le esterne ospiti, gestite da Gatto, si dimostrano tra le migliori del campionato, firmando il primo significativo vantaggio di Clementina (5-12), con timeout di coach Turrini. La Clai si riprende con la veloce di Melandri (8-13), ma le ospiti allungano ancora sull’8-16. Imola accorcia 10-16 con Rizzo che segna anche la fast del 12-18. Ma le marchigiane son già lanciate verso la vittoria del set: Turrini chiama timeout sul 13-23, ma il parziale è ormai segnato. Imola riesce a strappare qualche punto prima di cedere 15-25.
La Clai scende in campo molto più determinata nel 4° set, scappando subito sul 4-0 (anche grazie ai 2 ace consecutivi di Melandri), prima del timeout di coach Secchi. Clementina recupera e pareggia 4-4. Rizzo si rifà del cartellino giallo ingiustamente ricevuto sul 4-3 (palla ospite fuori di circa un metro), piazzando il 6-4. Bughignoli fa tremare i polsi delle avversarie (8-5), che poi impattano ancora sull’8-8. Due errori sotto rete delle ospiti riportano avanti la Clai sull’11-8. Il 13-11 è l’ennesima ciliegina di Folli che stringe nei 2 metri in diagonale un’ottima palla servita da Cavalli. Melandri e Bughignoli confezionano un importante +3 (15-12). Le ospiti accorciano ancora, ma sul 16-15, un errore (dubbio) al servizio, una pipe chiusa in rete, quindi un bolide in diagonale di Lodi valgono il 19-15 per una Clai che rialza la testa con continui strappi nel set. Dopo il timeout ospite, Rizzo chiude la fast, quindi Lodi in lungolinea: la Clai scappa sul 21-17, ma Clementina accorcia sul 21-19. Turrini si rifugia nel timeout. Le ospiti alzano la voce impattando a quota 21. E’ la pipe centrale di Bughignoli a far tornare sul +1 le locali. Fedeli in pallonetto pareggia. Cavalli arma Folli che da zona 2 infila il lungolinea vincente (23-22). Sul 23-23 Rizzo piazza il colpo che vale il matchpoint, Gotti impatta. Bughignoli inventa una parallela clamorosa dalla banda che fa esultare tutto l’ambiente imolese. Il muro di Rizzo è devastante e la Clai può scatenare l’esultanza per un meritato 3-1 che sancisce la superiorità in classifica delle ragazze di coach Manuel Turrini.