Tumidei: "Ringrazio i miei giocatori"

Il coach degli Aviators Lugo esulta nel post vittoria contro i cugini della Virtus Imola. La sua squadra si qualifica matematicametne al girone Oro ed ora punta alla final 4.
07.05.2021 08:01 di Carlo Dall'Aglio   vedi letture
Tumidei: "Ringrazio i miei giocatori"
© foto di Ph Intech Virtus Imola

Gli Avitators Lugo superano 79-75 dopo 2 supplementari la Virtus Imola nel più classico dei derby romagnoli ed i biancoverdi pescano la qualificazione matematica al girone Oro, nonostante Molinella debba ancora disputare un match di recupero.
Protagonista della vittoria coach Alessandro Tumidei, al primo anno a Lugo, che ha trovato rimedio al gap di -18 incassato il 28 aprile nel recupero della 5^ giornata di andata. Basket Lugo riesce a piegare la resistenza dei gialloneri ed ora può permetttersi di tirare il fiato in vista della seconda fase, avendo conquistato la salvezza, primo step stagionale.

Coach Alessandro Tumidei, grande soddisfazione alla fine di 50, infiniti ed emotivamente stressanti, minuti di gioco?
“È stata una partita incredibile, non bella ma terribilmente intensa. 50 minuti di battaglia dove forse ha vinto la squadra che la desiderava di più”.

Quale è stata la chiave di lettura degli avversari che hai usato per “vendicare” il -18 incassato al PalaRuggi?
“La chiave di lettura è stata semplice. Al palaRuggi avevamo concesso una infinità di 1 contro 1. Video per far vedere gli errori e grande assunzione di responsabilità dei giocatori che sono stati molto più bravi in questa partita (58 punti in 40 minuti)”.

Partita poco tecnica, poco fluida, certamente non da elencare tra le più spettacolari degli ultimi anni: ma assolutamente da rimarcare l’intensità ed il pathos evidenti in campo, per via di una posta in palio davvero molto elevata per entrambe le contendenti?
“La partita è stata brutta: tanta stanchezza, tante partite nelle ultime settimane, ma è proprio in quelle partite che si esaltano le qualità di squadra come l'attitudine, la voglia di vincere, il sacrificio. Durante la partita mi sono chiesto come facessero ad essere così determinati i miei giocatori e di questo li devo ringraziare”.

Sul lato tecnico e dal punto di vista della preparazione tattica, certamente Lugo, Imola e Ferrara hanno tanto da offrire alla categoria: nel girone Oro vanno le migliori tre del girone Sud?
“Non sempre le migliori squadre vincono. Il nostro è stato un percorso fatto anche di inciampi (vedi trasferta di Molinellao) ma è proprio da queste partite che si riparte più forte di prima. Sicuramente Imola e Ferrara sono le più attrezzate ma penso che noi la qualificazione ce la siamo davvero meritata”.

Archiviata la prima fase, ora testa e cuore al girone Oro dove Ferrara, Imola e Lugo si “porteranno dietro” rispettivamente 6, 4 e 2 punti in classifica. Data la scarsa conoscenza delle avversarie (tra l’altro al momento non ancora del tutto identificate), quali indicazioni si possono estrarre dai due gironi?
“Sicuramente anche nel girone Nord il livello sarà molto alto e la formula non concederà passi falsi. Noi faremo di tutto per farci trovare pronti”.