Un Romagna fantastico

Stupenda prestazione di Chiarini e compagni contro la capolista strafavorita del girone. Mercoledi trasferta a Vigasio, domenica a Cassano Magnago.
18.04.2021 16:55 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Coach Tassinari e Folli
Coach Tassinari e Folli
© foto di Annalisa Mazzini Photography

Serie A2 10^ giornata ritorno
PALLAMANO ROMAGNA-MALO HANDBALL 25-24 (p.t. 13-10)
Romagna: Redaelli, Mandelli, Albertini 3, Amaroli 2, Babini, Bandini, Bartoli 1, Chiarini 7, Di Domenico 2, Drago, Gollini 4, Mazzanti 6, M.Montanari, Ramondini, Zanoni. All: Folli
Malo: Crosara, Berengan, Cappellari, Bellini 3, Casolin, Dieguez 1, Grotto, Lucarini 1, Mendo 1, Meneghello 5, Rossi 7, Sartori, Tessarolo 1, A.Zanella, M.Zanella 1, Zanutto 4. All: Murino
Arbitri: Riccardo Borgi e Fabrizio Paccosi

Che spettacolo il Romagna! Contro la capolista incontrastata del girone A, il Malo di coach Murino, la squadra di coach Fabrizio Folli firma 45’ di grandissimo livello che portano ad un successo insperato alla vigilia. I veneti arrivavano alla Cavina forti di 20 vittorie ed una sola sconfitta in stagione e con una forza mentale assoluta: tanto che sul -6 (21-15) a metà ripresa i biancoblu ospiti tentano la rimonta che si smorza solo a 8” dalla sirena con il tiro fuori del pivot Zanutto.
Romagna a lungo stellare con Mazzanti strabiliante nel primo tempo e il trio Chiarini-Redaelli-Gollini nel secondo. Ne esce una gara molto bella da seguire, con gli arancioblu sempre avanti e con le redini del match tra le mani, come era da parecchio tempo che non si vedeva.
Da segnalare la presenza di Domenico Tassinari sugli spalti della Cavina, dopo una lunga assenza.

La cronaca
Con la regia affidata inizialmente ad Andrea Bartoli, Chiarini sblocca la partita alla fine della prima azione del match, poi per 6’ il Romagna non segna, lasciando il primo vantaggio agli ospiti (1-2), ma in due azioni di fila piovono il rigore di Albertini e la rete da pivot di Gollini (su assist in penetrazione di Mazzanti) per il 3-2 dopo 7’. Subito pareggiato dal rigore di capitan Rossi. Al 10’ è un’ottima incursione di Chiarini a riportare avanti i suoi, ma dall’altra parte l’arbitro esclude Bartoli riducendo i padroni di casa in doppia inferiorità numerica (rigore di Rossi per il 4-4). Redaelli difende bene con una doppia parata consecutiva, ma dall’altra parte anche Di Domenico si fa respingere il tiro da Crosara. Al 14’ Zanella riporta avanti il Malo sul 4-5. Coach Folli  Al 22’ una splendida rete in elevazione di Mazzanti riporta avanti i suoi sull’8-7, subito impattato dall’ennesimo rigore di Rossi. Nell’azione successiva Zanella intercetta una linea di passaggio dei locali, volando in contropiede, ma Redaelli nell’1 contro 1 è devastante nella respinta. Un splendido pallonetto di Amaroli allunga il vantaggio sull’11-8 al 24’. Mazzanti si inventa una rete spettacolare per il 12-9 a 2’ dall’intervallo. E lo stesso terzino raccoglie e sfrutta il contropiede allo scadere che punisce ancora il Malo sul 13-10. Mazzanti va al riposo a quota 5 reti realizzate, mostrandosi in gran forma sia fisica che, soprattutto, mentale. La squadra gira bene in seconda fase, reggendo alla grande in difesa contro la miglior formazione del campionato.

Lo stesso Mazzanti apre le danze nella ripresa realizzando una rete capolavoro, con il difensore aggrappato, di pura potenza per il +4 Romagna. Albertini sfrutta la propria precisione dai 7 metri e Bartoli (in superiorità numerica) si getta in penetrazione per il 16-11 al 5’. La difesa romagnola manda in tilt la fase offensiva del Malo, con Redaelli impenetrabile in questo frangente: in una veloce ripartenza, i veneti non chiudono in difesa e Bartoli inventa un assist per Gollini che si libera da pivot per il 17-11 al 7’. Coach Murino continua a ruotare gli effettivi per cercare di ridare coraggio alla propria squadra che ha in Meneghello certamente l’uomo-faro fino a questo momento, ma dall’altra parte uno spettacolare Bartoli prosegue a disegnare assist per i compagni, con Albertini che ringrazia (3 gol per l’ala) con il vantaggio che resta sul +6 (18-12) a 21’ dalla fine. Il Malo deve rintanarsi in timeout. Alla ripresa del gioco gloria anche per Mandelli che intuisce il pallonetto di Rossi dai 7 metri. Meneghello e Chiarini segnano (in veloce sequenza) entrambi il 4° e 5° gol personale (20-15). Malo alza il ritmo, ma dall’ala con doppia marcatura, Di Domenico realizza un gol clamoroso con il pallonetto sul secondo pale (+6). Mandelli para su Grotto dall’ala, offrendo un contributo importante. Al 16’ il pivot Zanutto accorcia sul 21-16, mentre coach Fabrizio Folli intuisce che la sua squadra sta attraversando un momento di calo di intensità, con gli avversari che da diversi minuti segnano con più regolarità rispetto ai primi 40’ di gioco. Dopo il timeout, Malo cambia la difesa che diventa molto più aggressiva sul portatore di palla e il Romagna gioca al limite del passivo, condizionato dai 2’ comminati a Chiarini. Mandelli compie una prodezza sulla progressione di Zanella, mentre in attacco il Romagna in questo frangente è improduttivo. Bellini al 19’ accorcia sul -4 il gap  (21-17), ma Bartoli inventa un altro passaggio filtrante per Gollini che segna da pivot. Il ritmo del gioco si alza, come la tensione e la pressione sui giocatori: Bandini viene escluso per 2’ per un fallo su Bellini al momento del gol del 22-18. In un’azione concitata Rossi segna e l’arbitro esclude per 2’ Bartoli, lasciando il Romagna con doppia inferiorità a 9’ dalla sirena (22-19). Chiarini si libera, ma la conclusione solitaria viene respinta da Cappellari, il terzo portiere del Malo. Rossi trova spazio al centro e realizza il -2 con il Romagna in pieno affanno in questo frangente. Sul tiro ribattuto a Mazzanti, il portiere lancia il contropiede, ma Gollini ne intuisce le intenzioni e si  precipita su Bellini intercettando il suo passaggio: a quel punto può volare in solitaria a sbloccare i suoi sul 23-20 al 22’. Nella lunga azione successiva il rientrante Redaelli compie la prodezza su Bellini. Ripetendosi nell’azione successiva con un doppio intervento sui tiratori di Malo a 5’ dalla fine. Zanutto va in contropiede per il -2 e, nell’azione successiva, Bellini si ritrova libero per il 23-22 a 3’ esatti dalla fine, con timeout immediato di coach Folli. Alla ripresa del gioco Malo spezza il ritmo con diversi falli, ma Chiarini trova le forze per l’elevazione che vale il 24-22 a 2’15” dalla sirena. Meneghello colpisce l’incrocio dei pali e per il Romagna arriva il gol decisivo di Chiarini, frontale al portiere (25-22). A 1’ dalla sirena Rossi trova lo spunto del -2 e nella ripresa veloce del gioco i locali non gestiscono la palla, ma tentano la conclusione immediata con Amaroli che si fa respingere il tiro: il Malo si getta all’arrembaggio e trova il secondo gol in circa 20 secondi. A 44” dalla fine il Romagna riparte da metà campo con il pressing alto dei veneti, ma l’arbitro fischia il passivo dopo appena 5” dalla rimessa, offrendo la possibilità di attaccare agli ospiti, con coach Murino che ferma il tempo a 31” per il timeout finale. Il gioco riprende con il Malo che fa girare velocemente la palla per mandare in confusione la difesa: Zanutto si tuffa per il tiro del pareggio, ma la palla esce alla destra di Redaelli a soli 8 secondi dalla fine. Mazzanti e Chiarini addormentano la palla fino a quella sirena che, finalmente, consacra la vittoria della Pallamano Romagna che aumenta di prestigio e di valore essendo stata raggiunta contro la capolista indiscussa del girone.

10^ giornata ritorno
Pallamano Romagna-Malo   25-24
Leno-Arcom                           16-32
Crenna-Tirol                          18-28
Cologne-Torri                                    24-24
Mezzocorona-S.Vito Marano           22-24
Ferrara United-Vigasio         27-21
Cassano Magnago-Oderzo    (18/04/21)

Recupero 7^ giornata ritorno
Vigasio-Pallamano Romagna           (21/04/21)

11^ giornata ritorno
Cassano Magnago-Pallamano Romagna (25/04/21)
Oderzo-Tirol
Vigasio-Mezzocorona
S.Vito Marano-Crenna
Arcom-Ferrara United
Malo-Cologne
Torri-Leno

Classifica:
Malo 40, Tirol 36, Torri 33, Cologne 27, Crenna 25, Cassano Magnago, Arcom e Ferrara United 23, Pallamano Romagna 20, Leno 14, Vigasio 13, San Vito Marano 12, Mezzocorona 9, Oderzo 6.